Uniview LED e Qube3 per Upim a Milano Corso Buenos Aires

Vi segnaliamo questo interessante case study in cui viene illustrata la recente installazione di moduli LED targati Uniview LED, distribuiti da Exhibo, ad opera del system integrator Qube3 per l’Upim di Corso Buenos Aires a Milano.

La richiesta è di quelle importanti, di quelle che impongono un alto livello di sfida alle capacità professionali e tecniche di ogni bravo installatore e system integrator. Dal Gruppo OVS-UPIM arriva a Pietro Pagnes e la sua Qube3 la richiesta di dotare alcuni punti vendita di display che potessero mostrare ai clienti offerte speciali, informazioni in generale e aggiornamenti sull’attività dello store specifico. In modo particolare Qube3 viene incaricata di lavorare inizialmente sul punto vendita Upim di Milano in Corso Buenos Aires, che certamente è una delle location più in vista del mondo dello shopping cittadino e di tutto il mondo del fashion italiano, e non solo.

Un incarico che ha posto subito un grosso problema, di quelli che di fatto non sono aggirabili in modo semplice, anzi in questo caso in nessun modo. La richiesta del cliente è stata infatti quella di avere un grande display nella zona posteriore alle casse. Una posizione che effettivamente è bene in evidenza non solo a chi si avvicina per il conto ma anche a tutti gli altri clienti presenti nel negozio fino ad arrivare anche a chi è ancora esterno al punto vendita.

Si è chiarito pertanto che serviva un display che potesse comunicare in aggiornamento continuo, e per tutto il tempo dell’apertura del negozio, promozioni e tutte le informazioni che potessero interessare il cliente per la sua scelta del momento o per le future occasioni. Ma questa collocazione poneva un grosso problema: come gestire la colonna portante di tutto il negozio posta proprio dietro le casse, e che di fatto divide in due la zona interessata.

Pietro Pagnes e il suo team di Qube3 hanno affrontato il problema con una soluzione estremamente pratica e funzionale: due display distinti e separati collocati ai lati della colonna inamovibile. Per il prodotto giusto Pagnes è partito da quella che è stata la recente esperienza di questo e altri punti vendita dello stesso marchio che hanno sempre utilizzato grandi monitor (55 e 65 pollici) di tipo tradizionale, quindi di tipo consumer o al massimo semi/pro.

Pagnes, in stretta collaborazione con Exhibo (il distributore italiano della soluzione effettivamente scelta), ha proposto per questa applicazione un LEDwall di Uniview LED, azienda leader del settore, in grado di offrire soluzioni a LED ben diversificate in caratteristiche, prestazioni e dimensioni così che ogni progetto può avere il riscontro diretto in uno specifico prodotto.

La loro stessa struttura a moduli è stata concepita proprio per lasciare la massima libertà alla creatività e allo spazio disponibile per comporre wall di varie dimensioni e forme. In questo caso le dimensioni e la forma erano abbastanza vincolanti per cui il supporto fondamentale di Qube3 si è focalizzato nella scelta di un modello affidabile (funzionante in 24/7), facile da installare ma che allo stesso tempo in grado di concedere la più ampia libertà per la gestione dei contenuti in trasmissione.

La scelta è caduta su un modello della serie EC, da uso indoor (con IP30) disponibile con passo pixel che va da 1,95 mm a 6,25 mm con 9 combinazioni intermedie per cui ogni esigenza è ben coperta. La serie è disponibile con configurazione LED che spazia tra SMD1010, SMD1515 e SMD2020, con un valore di luminosità di 1000 cd/mq2 (600 solo nel modello a passo pixel 1,95). I moduli hanno dimensione di 250×250 mm, 90 mm di spessore totale, per un peso di 6 kg. Il valore di refresh è pari o maggiore a 1000 Hz, l’angolo di visione è di 140° sia orizzontale che verticale. I pannelli possono avere un angolo di installazione fino a 270°.

Per la soluzione utilizzata da Pagnes e Qube3 in Upim a Milano sono stati adattati degli elementi del software per poter gestire liberamente la sincronizzazione delle immagini sui due pannelli separati. Nel catalogo Uniview LED le soluzioni a disposizione di installatori e system integrator sono tante e diverse, tra queste sottolineiamo la I, la NIC e la EX che si affiancano alla EC utilizzata per l’installazione in Upim.

La serie I calpestabile e interattiva (il nome completo infatti è Interactive Floor Display con tecnologia multi-point touch), in grado di sopportare un peso fino a 2000 kg per metro quadrato. I moduli di questa serie sono caratterizzati da un passo pixel che varia da 2,6 a 6,25 mm, angolo di visione che arriva a 360° per immagini di grande effetto. I singoli moduli di ogni pannello sono fissati magneticamente: una soluzione che permette la loro rapida sostituzione (il produttore dichiara solo 3 secondi!) a tutto vantaggio di tempi e costi ridotti per la manutenzione. Sia la parte anteriore che posteriore dei pannelli della serie I sono certificati IP65.

La serie FX è proposta con pannelli di 4 diverse dimensioni: 500×500, 1000×250 mm, 750×250 mm e 500×250 mm; con passo pixel che varia tra 1,5 e 3,9 mm. Con questo assortimento di dimensioni e proporzioni c’è ampia libertà di comporre dei LEDwall facilmente personalizzabili secondo le esigenze di ogni installazione. La combinazione tra una profondità molto ridotta (42 mm) e la possibilità di installazione a parete permette di avere un LEDwall poco ingombrante in ambiente. Il telaio in alluminio ad elevata rigidità e costruzione di grande precisione riduce lo spazio tra i vari moduli assicurando in questo modo immagini fluide e realistiche. È disponibile la versione “high-brightness” da 4.000 nit così da avere immagini ben definite anche in caso di illuminazione diretta battente. Possibili interventi di ispezione direttamente dal pannello frontale e assenza di cavi interni rendono la manutenzione di questi elementi facile e veloce.

La serie NIC è quella dedicata alle installazioni con wall curvi, quelli che indubbiamente sono di alto impatto scenografico. Il passo pixel di questa soluzione va da 2,6 a 6,26 mm con un totale di 5 possibilità di scelta. Il LEDwall realizzabile con i moduli NIC ha un diametro minimo di 95 centimetri con un angolo massimo di curvatura di 30°. Manutenzione possibile anche per il singolo modulo direttamente dal frontale, sia per il pannello LED che per l’alimentazione.

Info: Uniview LEDExhibo (distrib.)

Vai alla barra degli strumenti