UC M40 La nuova telecamera All-in-One di MAXHUB

UC M40 è una telecamera a 360°, progettata per piccoli spazi. 


Con una dimensione tanto ridotta da poter essere tenuta in una mano, UC M40 integra quattro telecamere 4K per permettere di “muoversi” a 360°. La telecamera è stand-alone e l’utilizzo è semplice e intuitivo. Grazie alla funzione automatic tracking, la telecamera segue automaticamente il relatore, consentendogli libertà di movimento e la possibilità di esprimersi in modo naturale.


L’immagine grandangolare panoramica fa sì che ogni persona al tavolo appaia davanti e al centro dello schermo, mentre i quattro obiettivi da 5 MP permettono a UC M40 di catturare il viso di ogni partecipante in modo chiaro e senza distorsioni. Pensata per trasformare anche gli spazi più difficili in proficui luoghi di incontro, la nuova MAXHUB UC M40 è semplice e veloce da usare. In modalità Standalone, la telecamera offre prestazioni complete fin da subito, è sufficiente collegarla via USB e avviare la riunione, senza la necessità di installare software e senza complesse procedure di configurazione. Gli utenti possono selezionare facilmente uno scenario di collaborazione con un tocco e la tecnologia di automatic tracking farà il resto.

A seconda della tipologia di riunione, l’utente può scegliere fra sette “scenari”: Discussion, Beamforming, Panoramic, Quad View, Portrait, Compose e Split. Inoltre, per prestazioni ancora più precise, UC M40 offre anche la modalità Professional: attivandola gli utenti possono regolare un’ampia varietà di impostazioni, dalle angolazioni di ripresa ai layout di visualizzazione personalizzati, nonché appunto la funzione di automatic tracking.

Darren Lin, General Manager Maxhub, dichiara: “UC M40 è strumento per riunioni sorprendentemente compatto e potente. Con semplici controlli, gli utenti possono selezionare l’inquadratura più adatta ai partecipanti alla riunione, e la tecnologia di UC M40 è compatibile con tutte le più diffuse applicazioni di videoconferenza, inclusi Microsoft Teams, Cisco Webex, Zoom e Skype, quindi gli utenti troveranno facile integrare il sistema nelle loro configurazioni già esistenti per le riunioni.”

Info: prase.it

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti