Trans Audio Video: alta definizione, panoramiche multisensore, termocamere e VMS evoluti

Moltissime sono le novità che Trans Audio Video ha portato a Sicurezza 2017. Essendo un distributore multimarca che rappresenta brand di riferimento sia nel settore video professionale (come Arri, Canon, Manfrotto, NewTek, Sony, MuxLab, Zeiss, ..) sia per i sistemi CCTV (Advancis, Avigilon, Dahua, Flir, IndigoVision, Pelco, Selea..), la quantità di soluzioni degne di essere riportate in questo articolo sono moltissime e ci sforzeremo di non citarle tutte! Insieme a Francesco Brighel, responsabile della divisione CCTV di Trans Audio Video, abbiamo percorso un lungo itinerario tra telecamere ad altissima definizione, termiche e panoramiche, e software di VMS, supervisione e analytics potenti e versatili.

La prima novità che vogliamo segnalare è la nuova IndigoVision Bx620 della serie BX. La serie BX è riconosciuta per la qualità delle immagini senza compromessi, pur garantendo un’accessibilità d’investimento apprezzabile. Una ampia gamma che spazia dalle PTZ alle fisheye e risoluzioni che arrivano al 4K e che fonda i propri plus sull’affidabilità e la resistenza a condizioni atmosferiche avverse. In termini di scalabilità ed espandibilità del sistema, le BX utilizzano l’architettura di rete distribuita proprietaria Distributed Network Architecture (DNA) per lasciare spazio e tempo per integrare ed espandere il sistema di videosorveglianza rendendo sostenibile l’investimento iniziale e garantendo il fattore future-proof che installazioni o esigenze in divenire possono richiedere.

La nuova Bx620 segue perfettamente questa filosofia di prodotto combinando la componente di videosorveglianza alla funzionalità di telecamera termica al servizio del sistema avanzato di video analytics di controllo termico in un singolo prodotto. La Bx620 riesce a rilevare fino a 3km di distanza. Dal punto di vista delle specifiche le termiche bullet della serie Bx è capace di fare analisi termiche su range di temperature dai -40° ai +550° in esterni ed interni, IP67, e analisi del movimento con funzioni di rilevamento del movimento, intrusione, oggetto abbandonato.

A corredo delle termiche IndigoVision arriva in soccorso il software Control Center, una soluzione in grado di monitorare le telecamere, tracciare allarmi, accendere luci, aprire porte, tracciare veicoli o persone all’interno di aree e tra diverse telecamere. Inoltre Control Center può integrare mappe e disegni CAD per individuare la posizione delle telecamere e il loro orientamento all’interno dell’area. Anche la sicurezza del materiale è particolarmente curata in questa soluzione software grazie alle funzionalità di watermark digitale a doppia chiave di crittografia, restrizioni di riproduzione dei contenuti video per gerarchie di utenti e secondo criteri temporali (ad esempio consentire la riproduzione dei soli ultimi 3 giorni), ma anche la massima sicurezza di sistema mediante la ridondanza di NVR che consentono di switchare automaticamente sugli NVR secondari in caso di necessità senza che venga richiesto nessun intervento dell’operatore.

Altra novità IndigoVision è rappresentata dalla panoramica a 180° multisensore da 8MP con flussi a 25fps, anche questa IK10 e IP67; una soluzione in grado da restituire un’immagine panoramica all’interno di un singolo flusso video proveniente dalla telecamera. L’IR integrato e la tecnologia WDR consentono di produrre immagini nitide anche in notturna. Come la Bx620 anche questa panoramica è conforme allo standard ONVIF e all’alimentazione via PoE.

le panoramiche multisensore IndigoVision e la Pelco Optera

Spostandoci sul brand Pelco ma rimanendo sul fronte telecamere panoramiche arriviamo alla serie di telecamere IP da 12MP della serie Optera. Una gamma che offre soluzioni multisensore panoramiche da 180° a 360° e che rappresenta una fascia tecnologicamente alta e ricca di caratteristiche tecniche.

Il primo vantaggio evidente delle panoramiche multisensore, in particolare per le soluzioni Pelco, è l’uniformità delle immagini dei singoli sensori i quali in molti casi possono restituire differenze considerevoli tra le varie prospettive acquisite all’interno del frame unico nel quale vengono le rispettive immagini visualizzate. Queste differenze possono essere temperature di colore o luminosità differenti o addirittura immagini non perfettamente allineate e che quindi creano aree sovrapposte o aree non collimanti (duplicando alcune porzioni dell’area che viene ripresa). Questa è un’importante considerazione che va fatta in sede di investimento di telecamere panoramiche multisensore e Pelco ha sviluppato una soluzione che minimizza questi effetti indesiderati prodotti dai quattro sistemi di ripresa.

Le panoramiche Optera possono fornire molteplici visualizzazioni panoramiche: sia in panoramica completa orizzontale che una modalità multi-view con l’immagine panoramica insieme a porzioni zoomate e “pan/tiltate” per monitorare aree specifiche all’interno del piano panoramico ripreso in varie modalità di visualizzazione multiview: “Immersive”, side-by-side Immersive, Panoramic over Immersive (sopra panoramica e sotto con PTZ virtuale, Panoramic over side-by-side Immersive. Le funzionalità avanzate di gestione panoramica e di multiview delle telecamere Optera sono disponibili anche su moltissime delle piattaforme VMS di riferimento, come Milestone, Axxonsoft, Avigilon, eccetera.

Ma il sistema di gestione video sicuramente di riferimento per Pelco è VideoXpert, un VMS intuitivo, completo e affidabile ma al tempo stesso scalabile e snello. La piattaforma, disponibile nell’edizione Vx Enterprise e Vx Professional, installabile come hardware o solo software, garantisce la massima affidabilità di sistema grazie ad una logica fault-tolerant e basato su molteplici livelli di ridondanza, è in grado di integrare soluzioni di terze parti come sistemi di allarme, analitiche, riconoscimento targhe, gestione incidenti, violazioni perimetrali e controllo accessi, PoS, consente di aggregare network di VMS aggregandoli in un sistema unico e permette di indicizzare alla perfezione mediante tag tutte le risorse del network. Con le telecamere Optera, inoltre, Vx supporta perfettamente la visualizzazione immersiva. Il software ovviamente consente la cattura, visualizzazione, multiview delle telecamere in tempo reale e dei contenuti registrati. Più video registrati possono essere inoltre visualizzati contemporaneamente in riproduzione accelerata per individuare il luogo e il momento di un evento particolare. Vx supporta fino a 16 flussi HD per monitor e gestisce fino a 6 monitor per workstation.

Continuando con le soluzioni software segnaliamo invece il VMS Digifort, disponibile in 4 diverse versioni: il DGF Explorer, per piccole installazioni residenziali o commerciali, DGF Standard per applicazioni superiori con supporto fino a 32 camere e controllo PTZ, e crescendo nelle dimensioni installative DGF Professional e DGF Enterprise. DGF contempla più di 6.500 modelli di telecamere e device di più di 240 brand, sistemi di automazione e allarme, riconoscimento targhe, analisi dell’immagine, controllo accessi ma anche piattaforme CRM e ERP. DGF può essere anche installato nella versione Digifort Mobile Client, basata su linguaggio java, con un’app multipiattaforma per la visualizzazione, controllo e riproduzione di telecamere, PTZ e altri sistemi appoggiandosi al server Digifort.

Un altro software molto interessante è la piattaforma WinGuard X3 di Advancis un ecosistema che consente di integrare in un’unica piattaforma vari sistemi di sicurezza e building non interconnessi tra di loro gestendoli in maniera efficiente e centralizzata. Il sistema WinGuard è in grado di raccogliere tutti gli eventi rilevati dai diversi sistemi connessi e di visualizzare lo stato di tutta l’infrastruttura e di identificare gli eventi o incidenti specifici. Grazie alla rilevazione di tali eventi e alle azioni automatiche che si possono programmare WinGuard è un sistema di gestione e supervisione efficiente e omnicomprensivo. Anche in questo caso la scalabilità del sistema è definita dall’ampiezza del contesto in cui deve essere installato: dalla version Express per piccole isntallazioni, alle versioni Basic, Professional ed Enterprise

Continuando con le soluzioni software segnaliamo anche il VMS Avigilon ACC 6, un sistema che offre un’interfaccia intuitiva e personalizzabile, capace di funzionalità di ricerca immagini estremamente evoluto in grado di individuare eventi tra allarmi, movimenti, numeri di targa, ricerche per corrispondenze visuali, e altri eventi attraverso dei “bookmark”, e di visualizzare, editare, catalogare, esportare questi eventi con la massima semplicità. La piattaforma è declinata in tre diverse versioni scalabili che vanno dalla versione Core, alla Standard fino all’Enterprise, mentre le funzionalità di video analitiche sono possibili con l’integrazione del sistema ACC ES Analytics.

Info: Trans Audio Video

Vai alla barra degli strumenti