L’incredibile videoinstallazione immersiva di teamLab, al museo Amos Rex di Helsinki, grazie a 135 videoproiettori laser 3LCD Epson

Son ben 135 i videoproiettori 3LCD di Epson installati all’interno dell’Amos Rex di Helsinki, il nuovo museo d’arte contemporanea in Finlandia, 118 dei quali hanno reso devvero unico il lavoro artistico immersivo del collettivo di arte giapponese teamLab. Epson è il marchio d’elezione del nuovo museo di arte Amos Rex in cui i videoproiettori, oltre a quelli utilizzati per le installazioni digitali di teamLab, sono stati installati anche per scopi informativi e di cartellonistica in diverse aree del museo.

“La mostra costituisce una fantastica esplorazione dei videoproiettori Epson per offrire al pubblico un’esperienza davvero coinvolgente, che siamo certi aiuterà il museo a rafforzare lo stato di città europea di cultura di Helsinki”, ha dichiarato Neil Colquhoun, Executive Director del settore Professional Displays di Epson Europe. “I musei, in particolare quelli che cercano di creare un’esperienza più moderna e coinvolgente per i visitatori, rappresentano un mezzo pratico per far sì che i videoproiettori Epson diano vita alla cultura attraverso immagini nitide e luminose, prestazioni di lunga durata e con manutenzione ridotta.”

I videoproiettori 3LCD di Epson vengono utilizzati per proiettare le installazioni digitali immersive di teamLab, un collettivo artistico interdisciplinare formato da 500 componenti tra programmatori, ingegneri, esperti di animazione CG, matematici e architetti, il cui scopo è “esplorare una nuova relazione tra gli esseri umani e il mondo attraverso l’arte”. Quest’anno teamLab ha presentato molte mostre contemporaneamente su larga scala e a giugno, nell’edificio Mori di Tokio, è stato inaugurato il Digital Art Museum: teamLab Borderless, che ha riscosso un enorme successo.

“La mostra di teamLab è straordinariamente complessa da un punto di vista tecnico. I videoproiettori laser 3LCD di Epson sono i più adatti ad affrontare questa sfida grazie alle loro caratteristiche di luminosità, contrasto e riproduzione dei colori”, afferma Kai Kartio, direttore del museo Amos Rex.

Descritto come un luogo di incontro tra arte e cultura urbana, il museo Amos Rex è progettato per creare strutture flessibili che possano adattarsi alla continua evoluzione delle esigenze dell’arte contemporanea. Pertanto la luminosità e i colori eccezionali dei videoproiettori laser 3LCD insieme alla flessibilità dell’installazione a 360° rendono Epson il produttore di videoproiettori numero uno al mondo e la scelta ideale dei musei per dare vita a questa esperienza.

I videoproiettori Epson utilizzati includono prodotti con sorgente luminosa laser 3LCD, 4K nativo, ottica ultra-corta e lampade 3LCD. Il mercato dei videoproiettori utilizzati nelle istituzioni, tra cui i musei, è aumentato di oltre il 70% negli ultimi 10 anni (dal 2008 alla fine del 2017): Epson può vantare il 30% di questa quota e il 138% in più rispetto al detentore della seconda maggiore quota di mercato.

Info: Epson

Vai alla barra degli strumenti