Studio Pasetti Lighting e iGuzzini per Palazzo Schifanoia

Oggi vi proponiamo questo interessante case study in cui viene illustrato il progetto di riqualificazione percettiva e l’ultima installazione illuminotecnica con soluzioni iGuzzini all’interno del Palazzo Schifanoia di Ferrara.

All’interno del Palazzo Shifanoia, sopravvissuto al terremoto del 2012 grazie ad una poderosa opera di restauro architettonico, è tornato a splendere il Salone dei Mesi, capolavoro dell’arte rinascimentale italiana.

All’interno del grandioso Salone, fatto decorare dal principe estense Borso d’Este intorno al 1469, è possibile ammirare il programma iconografico progettato da Pellegrino Prisciani, astrologo e bibliotecario di corte. Un grande calendario per esaltare l’età dell’oro che la città visse nei vent’anni di potere borsiano, nel quale convivono le esigenze celebrative di Borso, la mitologia antica e l’astrologia araba.

Il nuovo intervento – finanziato dal Comune di Ferrara – il cui concept e progetto di valorizzazione percettiva  degli affreschi è stato messo a punto dallo Studio Pasetti lighting e realizzato con le soluzioni tecnologiche di iGuzzini illuminazione, permette di vivere all’interno del Salone, dove non vi è apporto di luce naturale, una sorprendente esperienza di visita.

Una combinazione di 52 scene luminose statiche e 2 sequenze dinamiche, reversibili, progettate dall’architetto Alberto Pasetti Bombardella in base alle indicazioni dello storico e curatore Giovanni Sassu, consente infatti di enfatizzare gli affreschi sia nel loro complesso sia nei dettagli pittorici, esaltando così il significato dell’opera.

Inoltre, grazie alla tecnologia messa in campo dall’azienda di Recanati, le regie luminose vengono gestite attraverso l’app iGuzzini Smart Light tramite il sistema di controllo Quick BLE di iGuzzini – che sfrutta la tecnologia Bluetooth Mesh – per un controllo smart del singolo apparecchio. Questa soluzione, che permette una lettura personalizzabile dell’opera, non solo facilita l’installazione (aspetto particolarmente importante per un sito di valore storico-artistico) e la gestione dell’impianto da parte del museo ma, soprattutto, permette ai visitatori di apprezzare sia il mondo artistico-simbolico degli affreschi che la perfezione estetica dei dipinti perché realizza, secondo le parole di Vittorio Sgarbi, “la luce della mente”.

Info: iGuzzini

Vai alla barra degli strumenti