Stanford Stadium ristruttura la diffusione sonora con Meyer Sound

La Stanford University ha completato la prima fase di un importante programma di potenziamento dei sistemi di diffusione sonora in tutti i suoi impianti sportivi universitari. All’inizio dell’estate di quest’anno, sono stati installati nuovi sistemi Meyer Sound basati su diffusori a colonna (CAL) con tecnologia avanzata di beam shaping presso lo Stanford Stadium da 50.000 posti, l’Avery Aquatic Center e lo Boyd and Jill Smith Family Stadium, campo di casa per la squadra di softball della scuola.

Stanford Stadium e Aquatic Centre sono stati progettati e installati da Diversified, un fornitore di soluzioni tecnologiche globali. Meyer Sound Design Services ha collaborato durante la fase di progettazione per tutte le sedi, con la prestigiosa società di consulenza per sedi sportive WJHW che fornisce supervisione e guida allo stadio di calcio e ai sistemi acquatici.

Lo Stanford Stadium, sede del PAC-12 Cardinal football, fu costruito negli anni ’20 come una mastodontica scodella di 89.000 persone, poi completamente ricostruito come stadio a due piani nel 2006. Il sistema installato dopo la ricostruzione, basato sulla tecnologia dei diffusori convenzionali, mostrava la sua età e le sue limitazioni acustiche. Per il rinnovamento di quest’anno, il team di progettazione ha deciso di rivedere ciò che era possibile utilizzando la più recente tecnologia di modellazione del raggio digitale incorporata negli diffusori attivi a colonna Meyer Sound. Nello stadio sono stati installati 80 diffusori a colonna, utilizzando tutti e tre i modelli della serie: il CAL 96 alto 10 piedi (con 96 altoparlanti amplificati e processati individualmente) e i modelli CAL 64 e CAL 32 più piccoli.

“La tecnologia di trasmissione del raggio consente di inserire un altoparlante in quella che altrimenti non sarebbe una posizione verticale ottimale”, osserva Peter O’Neil, direttore dell’ingegneria presso Diversified. “Orizzontalmente deve essere impostato nel posto giusto, ma nella dimensione verticale è possibile utilizzare lo sterzo del raggio per coprire con successo il piano di seduta in un modo spesso non altrimenti possibile.”

Lo straordinario controllo del pattern evita i problemi che si incontrano spesso nei grandi sistemi audio dello stadio, spiega Mark Graham, associato di WJHW. “Un problema con i sistemi distribuiti, quando si usano diffusori a lungo raggio, è che se non si ha il controllo verticale degli array di colonne Meyer, si può avere un suono da un lato dello stadio che perde sull’altro lato. E se è abbastanza forte, degraderà l’intelligibilità della parola parlata. Ma con le CAL e il loro stretto schema verticale possiamo praticamente stabilire esattamente quali aree di posti a sedere ciascun diffusore coprirà e prevenire questo problema.”

Graham nota anche come il profilo sottile degli altoparlanti a colonna consente una copertura discreta delle aree problematiche dei ponti superiori tra le strutture di illuminazione. “Con soluzioni convenzionali che si incrociano in quelle aree, si possono avere problemi orribili con gli arrivi di tempo. Ma con questi array di colonne, aggiungiamo semplicemente un piccolo polo, che è abbastanza economico e discreto dal punto di vista architettonico, e puoi guidare il suono proprio in quell’area.”

Sebbene presentino un profilo snello, i diffusori di array di colonne hanno un ampio potere di spremere l’entusiasmo della folla, secondo il direttore del Business Development di Meyer Sound, John Monitto. “Oltre a distribuire il suono in modo uniforme e ben controllato, le CAL forniscono anche un picco di uscita molto elevato per offrire un’eccellente intelligibilità sul rumore della folla, anche nei punti più alti del gioco.”

Nonostante la sofisticata tecnologia digitale, O’Neil di Diversified è pienamente fiducioso nell’affidabilità a lungo termine del sistema. “È una soluzione comprovata”, osserva, “con una base di lavoro in altri stadi all’aperto, tra cui il Memorial Stadium di Berkeley, che è in uso da diversi anni. Resiste agli elementi, e tiene anche alle partite di calcio in cui hai bisogno di potenza “.

Per coprire le aree di seduta in cui una soluzione di array di colonne non era appropriata, il sistema Stanford Stadium incorpora anche 84 altoparlanti UPJunior e 10 UP-4XP.

Nelle vicinanze dell’Avery Aquatic Center, due altoparlanti CAL 96 e un diffusore CAL 64 al centro del quadro di valutazione forniscono un’elegante soluzione point-source per posti a sedere in grado di ospitare fino a 2.480 spettatori.

“Questa è stata una sfida interessante perché è una struttura aperta con altri pool intorno, con pratiche pianificate contemporaneamente agli eventi”, afferma Monitto. “Non vogliono essere disturbati da ciò che sta accadendo nell’arena della competizione. Quindi qui CAL era una soluzione di grande fonte di punti, destinata alla maggioranza del pubblico con solo un numero minimo di diffusori necessari. “

I sistemi fill-in comprendono nove MM-4XP e due altoparlanti UPJ-1XP. Per gli eventi – come il nuoto sincronizzato – che richiedono musica ad alta fedeltà e larghezza di banda completa, il sistema fornisce bassi profondi controllati attraverso tre subwoofer 750-LFC distribuiti in una configurazione cardioide.

Per il Boyd and Jill Smith Family Stadium, con una capacità scalabile da 1.500 a 3.500, un nuovo sistema Meyer Sound fornisce due diffusori a colonna Array CAL 64 insieme a quattro altoparlanti UPJunior-XP. “Un altro aspetto eccezionale di una soluzione CAL è la flessibilità necessaria per gestire scenari di seduta scalabili”, afferma Monitto. “Se devi ridistribuire il suono, puoi semplicemente programmare un altro preset per guidarlo in un pattern di copertura più stretto o più ampio per adattarlo alla nuova configurazione dei posti a sedere.”

Un altro fattore che favorisce una soluzione completa Meyer Sound, osserva Monitto, è stato la longevità del prodotto. Molte delle strutture esterne hanno installato i sistemi MSL-3 più di 25 anni fa e funzionano ancora bene. Mostra ciò che abbiamo inserito nella ricerca sulla protezione dalle intemperie e continuiamo ad evolvere quella tecnologia per estendere ulteriormente la vita dei prodotti con l’esposizione agli elementi. “

Info: Meyer Sound

Vai alla barra degli strumenti