Sony presenta il primo monitor professionale OLED



Il monitor portatile da 7,4" ad alta risoluzione (960 x 540 pixel) può essere utilizzato in un’ampia gamma di applicazioni professionali, fra cui editing da studio, produzione ENG ed EFT, OB van e anche ricerca e sviluppo. Si tratta di un monitor versatile che, in modalità flip, è ideale per l’utilizzo con le telecamere in configurazione 3D.

Il pannello crea una gradazione omogenea dalle zone scure a quelle chiare anche in presenza di immagini impegnative, come le riprese di albe e tramonti. Il modello PVM-740 offre immagini ad altissimo contrasto: ad esempio, il nero profondo di una scena notturna può essere visualizzato con precisione e la zona nera di un immagine non viene aumentata neanche in una suite di editing a bassa illuminazione. La risposta pronta e priva di sfocatura al movimento rapido è ideale per gli eventi sportivi o per il monitoraggio della telecamera durante il panning e i testi scorrevoli. Il monitor è in grado di invertire un’immagine orizzontalmente e verticalmente senza frame delay: si tratta di una funzionalità molto utile durante l’acquisizione di immagini 3D tramite una telecamera in configurazione 3D con un paio di monitor 2D. L’integrazione nel sistema è più semplice perché il monitor può essere connesso direttamente alla telecamera, senza bisogno di utilizzare un convertitore di segnale esterno. 

 


 

Rispetto agli schermi CRT, il contrasto dell’immagine risente in misura minore dell’illuminazione ambientale e il monitor offre immagini chiare anche in presenza di intensa luce solare.  Per una maggiore protezione, il kit ENG VF-510 opzionale fornisce un paraluce per il monitor, un’impugnatura per il trasporto e un sistema di protezione per le connessioni.

La copertura anti-riflesso protegge il pannello dagli urti e consente una maggiore trasmissione della luce interna per mantenere la massima luminosità dell’immagine riducendo al  minimo il riflesso della luce ambientale.  Ne risulta un contrasto elevato, anche nelle aree scure dell’immagine, in condizioni di luce ambientale intensa. Il driver per pannello a 10 bit e la tecnologia ChromaTRU™ di Sony consentono di emulare efficacemente i colori e i gamma dei monitor CRT e supportano diversi standard di broadcast (SMPTE-C, EBU e ITU-R BT.709). Il nuovo monitor presenta inoltre funzioni DC/AC, un utile pannello di controllo con tasti luminosi e assegnabili, una funzione di messa a fuoco della telecamera, uno strumento di misura per la forma d’onda del segnale ,  un misuratore del livello audio a 8 canali, una serie di impostazioni dei marker e funzionalità di scansione nativa.

Inoltre, il monitor PVM-740 è dotato di un innovativo sistema a circuito di feedback, che controlla costantemente le luci emesse, comunica i risultati dell’analisi e regola il bilanciamento del bianco, oltre a garantire l’uniformità di colori e gamma. Il modello PVM-740 ha un’altezza di 3,8 U e un’ampiezza di mezzo rack.  Quando si utilizza la staffa di montaggio opzionale MB-531 con posizioni di inclinazione nonstop a 10 gradi in avanti e a 10 gradi all’indietro, è possibile installare due unità adiacenti in un rack standard EIA da 19". Grazie ai fori per vite da 3/8" e 1/4" presenti sulla base, il monitor può essere installato in un sistema per telecamera, montandolo ad esempio su un apposito piedistallo. Inoltre, può visualizzare il center marker e gli aspect marker, la cui luminosità può essere selezionata tra i livelli grigio e grigio scuro. Inoltre, gli utenti possono selezionare un grigio per riempire l’area esterna agli aspect marker. 

L’esclusiva funzionalità di scansione nativa consente di riprodurre le immagini senza modificare il numero di pixel del segnale di ingresso e garantisce una corrispondenza diretta tra i pixel del segnale di ingresso e quelli del pannello.  Ad esempio, con segnale di ingresso SD, il monitor riproduce le immagini con dimensioni di 646 x 487 pixel in 480i e 480p, e 768 x 540 pixel in 575i e 576p. Quando il segnale di ingresso è HD, invece, visualizza una parte centrale dell’immagine HD.

Il PVM-740 presenta connettori di interfaccia standard: video composito, 3G/HD/SD-SDI e HDMI. Accetta gran parte dei formati video SD o HD e, per offrire mobilità aggiuntiva, incorpora come standard varie interfacce video tra cui composito, interfaccia SDI per SD-SDI, HD-SDI, 3G-SDI e interfaccia HDMI. Con l’interfaccia 3G-SDI, accetta i formati 1080/50p e 1080/60p, in conformità allo standard SMPTE 425, e trasmette dati video fino a 04:02:2/10-bit 1080/60p e 1080/50p utilizzando un cavo SDI.  Il sistema 3G-SDI a collegamento tramite  singolo BNC si rivela un’ideale soluzione che supporta anche i sistemi 1080/p,  .

La connettività HDMI amplia ulteriormente le potenziali applicazioni del monitor: ad esempio, il PVM-740 può essere collegato a sistemi video professionali come le serie XDCAM HD®, XDCAM EX™, NXCAM™ e HDV™ di Sony. Inoltre, è possibile collegare prodotti video per il mercato consumer come Blu-ray Disc™ e telecamere digitali, consentendo così l’authoring dei video Blu-ray o l’anteprima delle immagini fotografiche digitali. 

Il monitor PVM-740 è disponibile da aprile 2010.

 

Info: www.sonybiz.net

 

Vai alla barra degli strumenti