Rivoluzione digitale & integrazione, tutto su Smart Building Expo e Sicurezza 2019

Siamo stati a Milano in occasione del più grande evento nazionale dedicato all’integrazione: Smart Building Expo che anche quest’anno ha condiviso lo spazio espositivo con Sicurezza. La manifestazione, organizzata da Pentastudio e dalla stessa Fiera Milano, è stata decisamente il punto nevralgico in cui sono confluiti tutti i mercati che stanno vivendo da vicino la rivoluzione digitale che sta investendo il nostro paese.

Security e Building Automation sono infatti in pieno cambiamento: la security tende esponenzialmente al digitale e al creare una connessione con gli impianti domotici e con il cliente/utente finale; la building automation è decisamente immersa nella ricerca di soluzioni tecnologiche avanzate che spaziano dall’intelligenza artificiale, al controllo vocale, all’IoT. Inoltre, l’introduzione del 5G ha creato una rete di connessione fra i due ambiti, andando ad eliminare i confini che distinguono da sempre i mercati dell’impiantistica dalla building automation, i sistemi AV dal risparmio energetico e le piattaforme digitali dalle telecomunicazioni.

Per questo, per tutti i players, è necessario stringere collaborazioni ed essere in grado di sfruttare al meglio questi momenti di fiera, che poi sono i migliori per dare un’occhiata da vicino a tutto ciò che sta cambiando rapidamente. Ed infatti noi c’eravamo, assieme ad un elevato numero di presenze (più di 28000 a detta dell’ultimo Report Post-Fiera). I padiglioni erano quattro, tre dedicati a Sicurezza (Hall 5, 7 e 10) e uno dedicato a Smart Building Expo (Hall 6).

Nel padiglione 6, dedicato alle aziende dell’home and building e della system integration, si sono concentrate la maggior parte delle attività informative e formative delle due manifestazioni ed in particolare si è svolta la Milano Smart City Conference. Durante i giorni di fiera, all’interno dello spazio dedicato alla conferenza, un ricco numero di esperti e relatori, italiani ed europei, si sono confrontati, in una serie di sessioni mattutine e pomeridiane, su tre verticalizzazioni di estrema attualità: l’infrastruttura digitale (con focus sul 5G), la sicurezza e il monitoraggio urbano e la smart mobility.

Particolare anche l’area dedicata al partner Gruppo Comoli Ferrari che si distingueva per numero di presenze qualificate, una sorta di “salotto” in cui fare business, che rompe sostanzialmente gli schemi portando un’ondata di innovazione sotto tutti i punti di vista.

Pentastudio e Comoli Ferrari hanno precedentemente siglato un accordo di collaborazione per il lancio, nel 2020, dell’Hub di Elettrica Novara, la fiera italiana del materiale elettrico. È un accordo di ampia portata che mira a restituire all’Italia un evento di riferimento per tutti gli operatori di un settore strategico come quello della home and building automation e dell’integrazione impiantistica.

Negli altri padiglioni, dedicati a Sicurezza, un folto numero di aziende italiane ed internazionali hanno esposto tutte le loro migliori soluzioni ed anteprime relative ai comparti di videosorveglianza, antincendio, controllo accessi e sicurezza passiva. Visitatori e professionisti sono stati guidati a comprendere le spinte evolutive di questo settore, che come detto prima, sta affrontando un’importante rivoluzione.

Maggiore attenzione è stata dedicata alla Cyber Security che, all’interno della Cyber Arena, ha ospitato gli esperti di settore per raccontare la loro visione sui principali effetti delle minacce informatiche sul business.

Questo e molto altro ancora nell’edizione 2019 di Smart Building Expo e Sicurezza, in cui la parola integrazione si è davvero fatta minimo comun denominatore fra le due fiere. Si passava da un padiglione all’altro con estrema facilità per notare che, per quanto le aziende e le soluzioni fossero differenziate fra loro per logica di mercato, il sottotesto rimaneva sempre quello della rivoluzione digitale e dei vari mercati d’applicazione.

Una grande offerta, insomma, che noi abbiamo pensato di differenziare in due articoli, questo dedicato alla fiera e un altro (in uscita a breve) dedicato alle aziende che abbiamo avuto il piacere di incontrare durante la manifestazione.

Vorremmo concludere con un’affermazione fatta da Luca Baldin, Project Manager di Smart Building Italia, nell’intervista che gli abbiamo sottoposto (che potete leggere a questa pagina), “Smart Building Expo nasce come luogo di rappresentazione di una filiera molto specialistica, che negli anni si è sempre più allargata, fino a cambiarne radicalmente i connotati iniziali.”

E non possiamo far altro che annuire constatando che il cambiamento è davvero avvenuto.

La Redazione

Info: Smart Building ExpoSicurezzaFiera Milano

Vai alla barra degli strumenti