Roland VC-1 Series

Roland VC-1 Series landscape
Roland ha presentato una nuova serie di convertitori video destinati all’utilizzo professionale. La gamma si compone di tre modelli: VC-1-SH, VC-1-HS e VC-1-DL. Il primo è dedicato alla conversione di segnali video da SDI a HDMI, il secondo viceversa converte i segnali video dal formato HDMI a SDI, il terzo è un convertitore bi-direzionale SDI/HDMI che integra il controllo di parametri come Delay e Frame Sync.

I tre dispositivi sono progettati per effettuare la conversioen senza introdurre i tipici artifici causati da interlacciamento, pixel shifting e altri problemi di conversione o errori di segnale. E’ possibile inoltre mantenere eccezzionalmente bassi i valori di jitter e perdita di ritorno. Tutte e tre le macchine supportano i segnali video 3G-SDI sia di livello A che di livello B, consentendo all’utente di connettere un’ampia varietà di apparecchi 3G-SDI. Nel momento in cui avviene la connessione, sono accettati automaticamente i segnali SD 1080i e 720p. E’ presente un re-clocker integrato che consente di compensare l’attenuazione del segnale SDI convogliato su lunghe distanze. I dispositivi della serie VC-1 sono compatibili con il formato HDMI HDCP.

I dispositivi della serie VC-1 implementano funzioni di audio embedding e de-embedding. La funzione di audio embedding consente all’operatore di abbinare all’uscita video segnali audio provenienti da sorgenti diverse. Ad esempio, nel momento in cui si converte un segnale SDI in HDMI, l’operatore può utilizzare la funzione di audio embedding per aggiungere il segnale audio ad alta qualità in ingresso a qualunque altro canale audio SDI. Sono presenti ingressi ed uscite digitali in formato AES/EBU, che consentono lo scambio di audio con altre apparecchiature professionali senza alcuna degradazione di segnale. Gli ingressi audio e le uscite audio analogiche consentono ai dispoitivi della serie VC-1 di interfacciarsi con una vasta gamma di apparecchi, come ad esempio le consoles audio.

Lo chassis è in alluminio con 2 millimietri di spessore e i connettori sono fissati alla struttura tramite dadi e bulloni. Questi accorgimenti costruttivi fanno sì che i dispositivi siano resistenti a frequenti cambi di connessione, così come assicurano una buona resistenza ad urti e cadute. Ogni connettore ha un indicatore LED ad esso abbinato, che indica lo status della presenza di segnale. L’intera serie è costruita senza compromessi in termini di resistenza e durata, sia sotto l’aspetto dell’utilizzo continuativo per lunghi periodi che per l’esposizione a temperature elevate.

I dispositivi sono controllabili tramite una serie di switch di tipo DIP incorporati, oppure tramite un software dedicato installabile su qualunque computer (PC o Mac). La connessione in questo caso avviene tramite un cavo USB. E’ possibile la connessione multipla di più dispositivi attraverso un Hub-USB.

info: www.vc1series.com

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti