Rhea, nuova antenna TV satellitare

La ricerca e lo sviluppo di soluzioni innovative non si arrestano in casa Glomex, azienda ravennate da quasi trent’anni leader nella produzione di antenne e sistemi di intrattenimento per la nautica. Ogni anno la gamma dei suoi prodotti si arricchisce di referenze e accessori che puntano a coniugare la migliore qualità dei materiali, l’affidabilità della propria tecnologia ed un prezzo estreamamente competitivo.
 
 E’ questo il caso della nuova antenna TV satellitare Rhea, novità del catalogo 2013 e presentata in occasione della 52° edizione del Salone Nautico Internazionale di Genova. Sorella maggiore dell’antenna satellitare Pandora, apprezzata e scelta dai diportisti e dagli addetti ai lavori per la sua affidabilità, la Rhea ne eredita tutti i plus e li potenzia, offrendo un disco più grande, che permette una maggiore copertura geografica. Grazie al nuovo software e al disco di dimensioni maggiori, inoltre Rhea, alimentata a 12Vdc, rappresenta la scelta migliore che i diportisti possono fare per la visione dei canali trasmessi in alta definizione.
Rhea è, infatti, il risultato di importanti miglioramenti sia sul fronte dell’elettronica che della meccanica: il nuovo disco parabolico da 470 mm della serie HPD (High Performance Dish) garantisce ottime performance di ricezione anche dei canali HD, con un occhio di riguardo ai consumi energetici. L’antenna, inoltre, è stata progettata per avere un raggio di elevazione (-9° / + 81°) tale da incrementare la capacità ricettiva del segnale anche dalle latitudini del nord Europa. La nuova elettronica, inoltre, permette all’antenna di compensare qualsiasi perdita di qualità dovuta al consistente numero di satelliti in orbita e alle trasmissioni sulle stesse frequenze. L’antenna, girostabilizzata, è dotata infatti del nuovo software di ricerca del segnale e all’innovativo sistema di riduzione del rumore STO (Silent Tracking Operation). 
La semplicità di installazione è da sempre una caratteristica dei prodotti Glomex e Rhea non si smentisce, grazie ad un unico cavo coassiale (SCC) che collega direttamente l’antenna al televisore. L’unità di controllo permette di selezionare i tre satelliti precaricati (Astra1, Astra2, Hotbird) e di scaricare – attraverso una comune SD card – nuovi satelliti e futuri aggiornamenti. 
 
 
 
Vai alla barra degli strumenti