RDNet di RCF, pronta la release 3.1 con nuove funzioni e aggiornamenti

RDNet di RCF è un sistema di gestione e di controllo per i sistemi audio dell’omonima azienda e con la versione 3.1 si arricchisce di nuove funzioni e possibilità come la gestione di Gruppi Array e Zone con EQ di vario tipo, Bass Shaper e FiRPHASE EQ, scansione automatica e monitoraggio completo, configuratore di array Shape Designer, regolazione di filtro passa-alto, EQ, guadagno e ritardo sui singoli componenti, monitoraggio completo in tempo reale e definizione automatica della dimensione dei cluster e compensazione dell’aria.

Ciascun dispositivo dispone di DSP per richiamare specifici preset o modifiche di parametri a singoli oggetti o gruppi di oggetti. Un utente di rete può cambiare livello, ritardo, EQ (nonché FiR a fase lineare) e altre impostazioni, incluse configurazioni avanzate per subwoofer. RDNet non è concepita solo per i diffusori: è possibile controllare parametri e routing di svariati dispositivi RCF, come matrici digitali o amplificatori.

La funzione RDNet Scan individua, riconosce ed assegna gli indirizzi digitali ai vari devices trovati, importandoli come oggetti nella finestra principale. Il monitoraggio in tempo reale offre una moltitudine di parametri, come velocità della ventola, temperatura, inclinazione di un singolo diffusore, indicatori di livello VU, livelli di picco e altro ancora.

L’operatore ha il controllo completo del tempo di ritardo e dell’equalizzazione di ogni diffusore, individualmente o in gruppo. Ogni dispositivo, con la propria scheda di comunicazione e il proprio DSP integrati, è parte attiva del sistema, in grado di memorizzare preset, ricevere comandi e inviare continuamente informazioni di stato. Il monitoraggio completo è lo standard in RDNet: visualizzazione di livello VU, indicatore di clip, intervento del limiter, inclinazione del dispositivo, problemi di comunicazione fino allo stato di un singolo componente o trasduttore.

L’agevole software di previsione Shape Designer consente una simulazione acustica bidimensionale della configurazione dell’array e suggerisce semplici combinazioni correttive di subwoofer. Le angolazioni di curvatura del sistema e i dati di proiezione del suono vengono calcolati con i massimi livelli di pressione sonora previsti per lo specifico progetto. Il software fornisce la curvatura e il peso del sistema, il punto di ancoraggio del sistema e le angolazioni dei cabinet.

Info: RCF

Vai alla barra degli strumenti