Pillole di Educational | ShowNET, modalità operative e programmazione

Con la puntata precedente, si conferma il ritorno delle Pillole di Educational di Audio Effetti, che ci terranno compagnia per tutto il mese di agosto. Ecco il proseguimento della pillola a puntate sulle funzionalità dello ShowNET firmato Laserworld.

ShowNET possiede due diverse modalità per il funzionamento autonomo:

  • la modalità automatica/autonoma che riproduce solo i file ILDA presenti nella scheda SD. Scorre l’intera cartella dei file. È possibile riprodurre un file singolo e indipendente attraverso il “Dip switch” (per i dettagli consultare il manuale dell’utente di ShowNET);
  • la modalità demo che, oltre a riprodurre i file sulla scheda SD (scorrendo l’intero set), applica anche effettistica automatica alle immagini presenti sulla cartella. Utile strumento sviluppato per DJ e locali notturni più piccoli.

L’opzione di funzionamento in modalità automatica è particolarmente adatta per proiezioni di logo, pubblicità, progetti di architettura, ovvero dove è richiesta l’installazione di un laser ad accensione temporizzata e automatica e soprattutto non presidiato.

ShowNET può anche funzionare in modalità sound-to-light. Questo si applica solo alle schede ShowNET integrate alle quali è collegata la scheda sound-to-light aggiuntiva. I dispositivi ShowNET esterni e quelli senza la scheda sound-to-light non dispongono di questa funzione.

In modalità sound-to-light, ShowNET riproduce i file ILDA presenti nella scheda SD in base al ritmo della musica. Vengono applicati anche effetti di animazione a questi frame, per renderli più dinamici. I dispositivi con scheda sound-to-light dispongono di un potenziometro per la regolazione della sensibilità del microfono.

ShowNET (sia nella versione esterna che integrata) può essere utilizzato per il controllo di sistemi laser in funzionamento master-slave: ciò significa che uno ShowNET fa da “master” e gli altri da “slave”.

Il sistema utilizza collegamenti con cavi DMX standard, il master ShowNET invia il segnale di controllo, lo slave ShowNET fa lo stesso.

Tutti gli ShowNET in catena master-slave, se possiedono all’interno della scheda SD a bordo gli stessi file ILDA, proietteranno le stesse immagini mentre nel caso in cui i file risultino sfalsati o diversi non avremo il risultato desiderato.

Il principio di funzionamento master-slave è che il master ShowNET invia segnali di controllo DMX e gli slave ShowNET lo elaborano reagendo in base ai parametri di questi segnali. Questi segnali sono solo segnali di trigger, quindi non viene trasmessa nessun tipo di immagine, ma questa risiede già negli ShowNET slave.

Il funzionamento master-slave è anche possibile in modalità sound-to-light o demo-mode (vedere il manuale di ShowNET). Per il collegamento utilizzare un cavo DMX standard.

Info: LaserworldAudio Effetti (distrib.)

Vai alla barra degli strumenti