La sonorizzazione degli stadi secondo Outline con il sistema Stadia

La sonorizzazione degli stadi non è sicuramente un compito facile ai tempi odierni, con le aspettative in termini di qualità sonora e uniformità della copertura e con un ambiente per sua natura rumorosa, nel quale il sistema di diffusione sonora deve imporsi senza compromessi.

Lo spettatore si aspetta un sound potente e chiaro, ormai ben lontano dai sistemi a trombe che hanno egregiamente accompagnato eventi sportivi negli ultimi 50 anni, ma le quali prestazioni sono ampiamente anacronistiche.

Outline, da sempre impegnata nella progettazione di sistemi innovativi ha presentato da tempo la gamma Stadia, specificatamente dedicata alla sonorizzazione degli stadi, grazie a caratteristiche tecniche appositamente studiate, come la protezione IP55 ed il sistema di connessione, oltre al pratico sistema di fissaggio.

La gamma STADIA100 LA comprende tre modelli di dimensioni molto simili con una copertura orizzontale identica (100 °) e che offrono una scelta di coperture di 10 °, 20 ° o 30 ° nel piano verticale che consentono di combinare i moduli per fornire una copertura ottimale.

Ciò consente al progettista del sistema di focalizzare la pressione acustica a distanza, mantenendo al minimo i riflessi acustici e quindi il riverbero indesiderato garantendo così la massima intelligibilità.

Tutte i tre modelli sono pensati per la bi amplificazione a due vie, e contengono ciascuno otto trasduttori da 8 “e quattro driver a compressione da 1,4” montati sull’esclusivo D.P.R.W.G. di Outline, guida d’onda che fornisce la direttività verticale designata.

Ogni modulo può gestire una potenza di ingresso di picco superiore a 8 kW, con una pressione sonora SPL massima pari a 149 dB e un controllo della direttività  fino a 300 Hz e con una risposta in frequenza da 65 Hz a 19 kHz, più che adeguati per una riproduzione sonora di qualità.

Info: Outline

Vai alla barra degli strumenti