Optocore AutoRouter 5 per il Melbourne Cricket Club

In questo interessante case study viene illustrato il recente potenziamento acustico dello stadio Melbourne Cricket Club (MCC) con soluzioni Optocore, brand distribuito in Italia da Audio Link.

Per l’upgrade acustico dello stadio da 100.000 posti sono stati impiegati oltre 50 milioni di dollari australiani, che includeva un contratto da $ 25 milioni per un nuovo PA, trasporti e connettività, guidato da due aziende tecnologiche: Auditoria, la società australiana di consulenza AV che ha ideato il sistema, e Diversified che ha svolto l’installazione. Ci è voluto circa un anno per progettare ed implementare il nuovo sistema PA, giusto in tempo per il primo Test Match nel giorno di Santo Stefano 2019.

I co-designer di Auditoria Scott Willsallen e Luis Miranda si sono preoccupati della progettazione ed ingegnerizzazione dei sistemi, assieme a Justin Arthur per il processo di commissioning, mentre per Diversified, Daniel Woodward ha gestito il progetto, con Matt Edgcumbe (Project Director), Paul Jamieson (Engineer) e Victor Laubscher (Field Engineer).

Il design utilizza due sistemi di trasporto del segnale: uno per DiGiCo e uno per Q-SYS. Il sistema di mixing per la platea comprende un DiGiCo SD9 con due mix engines 4REA4. Gli I/O locali nella sala di controllo sono collegati ad un Rack SD e l’interfaccia alla trasmissione avviene tramite dispositivi Optocore per la connettività MADI e AES-EBU. L’I/O aggiuntivo è fornito dalle interfacce Optocore X6R-FX-16AE-SRC (AES / EBU) e DD4MR-FX (MADI).

Inoltre, i DiGiCo possono essere distribuiti in tutto lo stadio per il live entertainment, e in tre posizioni intorno allo stadio la connessione torna alla sala di controllo tramite una coppia di patchbay in fibra Optocore AutoRouter 5 intelligent.

Il DD4MR-FX fornisce anche interconnettività con i sistemi VideoWall, oltre a fornire la connettività MADI per i sistemi overlay.

“L’inclusione dei dispositivi Optocore ci ha permesso di interfacciarci con il sistema audio e video broadcast via MADI e AES. Ci ha anche permesso di espandere il sistema e legare l’installazione e il funzionamento in un sistema streamlined”, ha spiegato Woodward.

L’AutoRouter di Optocore è arrivato solo dopo la progettazione dei sistemi e, secondo Daniel Woodward, ha sostituito l’alloggiamento patch originale per la connettività con i DiGiCo SD nei vari rack portatili.

L’AutoRouter “è pensato per essere invisibile all’interno del design; l’utente semplicemente schiera i rack sul campo, si collega al connettore HMA e il rack SD appare sul desk”, ha spiegato Scott Willsallen. “Il sistema di produzione DiGiCo/Optocore offre all’operatore tutta la flessibilità necessaria per gestire qualsiasi tipo di evento nello stadio.”

Info: OptocoreAudio Link (distrib.)

Vai alla barra degli strumenti