Nuovi monitor di riferimento JBL Lsr700

Gli studio monitor, che nell’immaginario collettivo sono sempre appoggiati in bella vista sulle consolles di missaggio negli studi di registrazione, stanno diventando un esigenza importante nell’allestimento delle sale conferenze, specialmente in quelle situazioni dove la struttura relega la control room in posizione defilata rispetto alla sala e in tutte quelle situazioni dove sala e control room sono separate dal classico vetro fono isolante per non disturbare gli eventi con gli inevitabili rumori tecnici.

In tutti questi casi il fonico che si trovi a operare senza monitor è costretto a frequenti spostamenti da e verso la sala o a lavorare con la cuffia, entrambe situazioni complicate e facilmente risolvibili con una coppia di monitor appositi che gli consentono di ottenere il miglio risultato.

Nel vasto campo dei monitor da studio ci sentiamo di segnalare la nuova serie 700 di JBL, da sempre impegnata nella costruzione di monitor di riferimento che equipaggiano sale di regia e di produzione in tutto il mondo.

I nuovi monitor di riferimento JBL serie 700 sono destinati ad applicazioni professionali di produzione, post-produzione e soluzioni broadcast, sono caratterizzati da accuratezza, fedeltà sonora e un design compatto. Due i modelli a disposizione, con cono da 5 e da 8 pollici per la gamma bassa e driver a compressione 2409H per la gamma alta che presenta un innovativo diaframma anulare a massa ridotta.

Questo driver offre un’ampia gamma dinamica e una distorsione molto bassa anche a pressioni acustiche elevate a differenza dei monitor che utilizzano un tweeter a cupola, che richiedono un circuito limitatore dell’amplificatore per prevenire guasti ad alto volume che influisce negativamente anche sull’imaging stereo e sulla gamma dinamica del diffusore. L’innovativo design di compressione della Serie 7 non richiede il circuito di limitazione ed è in grado di riprodurre frequenze con una risposta uniforme oltre i 36 kHz

Entrambe i modelli sono pilotati in bi amplificazione da un amplificatore di potenza a due canali da 250 W cadauno accoppiato al DSP integrato per la correzione timbrica e la correzione di fase e si integrano con il sistema di ottimizzazione Intonato 24, che offre controllo e calibrazione intuitivi.

Info: Leading Technologies

Vai alla barra degli strumenti