Diffusori a colonna CAL di Meyer Sound al servizio del culto

I diffusori a colonna CAL di Meyer Sound hanno trovato casa in due chiese molto diverse ma con un problema comune: l’intelligibilità della parola.

Il riverbero naturale presente nelle chiese di grandi dimensioni è oggettivamente un problema serio e di difficile soluzione, sia per eventuali vincoli architettonici che impediscono di poter mettere in atto un trattamento acustico degno di tale nome, sia per la rara possibilità di installare i diffusori nelle posizioni adeguate alla copertura acustica desiderata.

Il problema esiste anche in Italia, ma purtroppo qui è necessario fare i conti anche con una diffusa arretratezza tecnologica imperante nel settore e con soluzioni che vorrebbero essere ad hoc, ma che lo sono ben poco. La diversità del culto poi gioca un ruolo importante, e se per gli americani è perfettamente normale dotare una chiesa di subwoofer, qui lo è molto meno.

Ciononostante troviamo interessante esaminare due installazioni negli Stati Uniti, due chiese molto diverse ma con in comune i diffusori a colonna CAL di Meyer Sound.

Prestonwood Baptist, una delle più grandi chiese multi-campus nella zona di Dallas può ospitare fino a 7.000 fedeli nell’auditorium principale nel suo campus Plano, ma è dotata di una cappella di dimensioni più ridotte che può ospitare fino a 550 persone, che nel modo di vedere statunitense può essere considerato un ambiente “intimo”.

Nonostante la recentissima costruzione, completata nel 2006, l’architettura tradizionale risale a un’epoca precedente, con finestre in vetro colorato, un soffitto a botte ad arco e un tempo di riverbero sicuramente ottimo per la musica orchestrale, ma pessimo per l’intelligibilità del parlato.

“Il tempo di riverberazione è così lungo che se qualcuno parlasse a 5 metri di distanza con la chiesa vuota sarebbe difficile capire le sue parole “, afferma Mark Coble, specialista audio e acustica di Paragon 360, con sede nel Missouri, l’azienda costruttrice di design AVL per porre rimedio alla situazione.

La soluzione originale era composta da sistemi line array montati dietro un tessuto a griglia in finte camere d’organo su entrambi i lati del presbiterio e nonostante il potenziale acustico mancava un preciso controllo della direttività necessario per evitare di eccitare inutilmente l’ambiente.

“La chiesa era irremovibile nel non voler cambiare nulla a livello architettonico, e questo includeva mantenere tutti i diffusori essenzialmente invisibili”, continua Coble. “Ed è per questo che abbiamo proposto una soluzione CAL Meyer Sound”.

Il nuovo sistema comprende due diffusori CAL 96 montati in modo discreto all’interno delle aperture della griglia, con l’inclinazione e la diffusione del fascio di un CAL 96 puntato verso le sedute al piano di calpestio e l’altro focalizzato strettamente sulla balconata. Due piccoli diffusori UP-4slim fungono da front-fill per le prime file mentre due subwoofer 750-LFC dietro le griglie forniscono il rinforzo in gamma bassa.

“Avevamo esaminato le opzioni di diversi produttori, ma il preciso diagramma polare dei diffusori CAL 96 ci ha dato il controllo del pattern che era necessario per questo spazio”, osserva Coble.

Nonostante le proibitive sfide acustiche ed estetiche, il risultato ha superato le aspettative, afferma Coble. “Il livello di soddisfazione è stato molto alto perché abbiamo realizzato qualcosa che sembrava quasi impossibile, e Meyer Sound e CAL hanno avuto un ruolo fondamentale. Era la soluzione migliore al 100% per un problema per il quale inizialmente pensavano che non ci fosse una soluzione possibile “.

Commentando a nome della chiesa Bryan Bailey, ha dichiarato:Onestamente, i diffusori CAL fanno cose che non avrei creduto possibili se non l’avessi sentito. Il sistema ha innalzato il livello di eccellenza e ci ha fornito un prodotto finale meno distruttivo e di qualità superiore rispetto a prima.

Circa 250 miglia a nord, la Prima Chiesa Metodista Unita di Tulsa ha affrontato un dilemma simile nel suo edificio in stile Tudor Gothic. Completato nel 1928, prima di qualsiasi considerazione riguardante il rinforzo del suono, la chiesa lottò con scarsa intelligibilità a causa degli alti tempi di riverberazione, ed era altrettanto dispiaciuta di rovinare l’architettura storica con ingombranti diffusori.

In questo caso, la soluzione Meyer Sound CAL è stata implementata dal Ford AV Worship Technology Group di Tulsa sotto la guida di Jeremy Ball.

“Il loro sistema precedente comprendeva diffusori a colonna di piccole dimensioni combinati con diffusori point source ritardati”, afferma Ball. “La copertura risultante era scarsa e c’era una notevole mancanza di coerenza tra gli array di colonne e i ritardi, oltre ad un impatto estetico non dei migliori”

Lavorando in collaborazione con , il team Ford AV ha proposto l’installazione di due diffusori CAL 96 con inclinazione del fascio e distribuiti con precisione per coprire solo le aree di seduta, avanti e indietro senza l’uso di diffusori ritardati posteriori, per evitare di eccitare l’architettura riverberante.

I banchi nella parte anteriore e le aree di seduta del transetto laterale sono coperti da diffusori UPJunior e UP-4slim petite personalizzati con i colori dominanti della pareti della chiesa.

“La chiesa ha avuto scarsi risultati utilizzando in precedenza una soluzione di array di colonne di un altro integratore, quindi sapevamo di avere una possibilità per renderlo corretto”, afferma Ball. “Avevamo sentito il CAL in alcune occasioni con Ford AV, quindi avevamo familiarità con la precisione del puntamento e la coerenza con gli altri diffusori della linea Meyer Sound. Inoltre, la soluzione attiva di Meyer Sound è stata preferita in quanto non c’era spazio per altri rack nello spazio dedicato dove installare eventuali amplificatori di potenza

La leadership della chiesa è stata impressionata da come questa nuova tecnologia potesse rafforzare la loro missione principale. “Le persone mi dicevano che erano felici di poter sentire in aree della chiesa dove prima non si udiva nulla”, dice il pastore esecutivo Aaron Tiger. “E questo significa che non solo ora sono in in grado di capire le parole, ma che sono in grado di ascoltare la Parola di Dio e di avere il cuore ispirato.”

Info: Meyer Sound

Vai alla barra degli strumenti