Le console di studer nei giochi olimpici 2012

Da Londra ci giunge notizia che la BBC ha scelto le console di Studer per la copertura della regia audio dedicata alle Olimpiadi 2012.

Infatti la Harman Studer con un comunicato ufficiale annuncia la vendita di "non meno di sette console" Vista On air, da installare nello speciale International Broadcast Centre (IBC) interno all’Olympic Park, affiancate a un core di rete Route 6000. L’idea di fondo è consentire alle 34 differenti
location impegnate nelle riprese olimpiche di inviare i feed audio via rete alla regie e seguire in diretta tutte le performance.
La BBC intende quindi mantenere la promessa di "seguire tutte le sessioni di ogni sport, ogni giorno", in pratica coprendo circa 2.500 ore di sport in tv.
L’integrazione dei vari apparati Studer verrà eseguita dall’azienda specializzata Dega Broadcast System, come ha affermato il Direttore alle strategie di prodotto Studer Andrew Hills, sottolineando che ciò costituisce una estensione delle relazioni con l’ente broadcast statale britannico che durano da oltre un decennio.
L’host broadcaster sarà l’Olympic Broadcasting Services (OBS) all’interno dei 42mila metri quadrati dell’IBC, il progetto degli spazi della BBC è frutto di uno sforzo collaborativo tra il broadcaster britannico e la Dega, coordinato dal capo progetto John Cleaver. 
 
 
L’installazione prevede lo sviluppo di console Vista 9 da 62 fader e di 5 console Vista 5 affiancate da tre console OnAir, di cui due modelli OnAir 3000 e un modello On Air 1500
I feed in arrivo dall’host broadcaster e gli studi propri della BBC andranno a raggiungere le console descritte tramite il sistema Route 6000 che le collega al core.
Pete Bridges, supervisore capo del sound e delle comunicazioni per tutta l’operazione, conferma che una Vista 9 sarà al cuore di ciascuna delle tre divisioni impegnate da parte del broadcaster per riprese in HD e audio su 5.1.
Inoltre, una sezione dedicata all’interattività (IPCR), gestirà e instraderà separatamente 24 stream audio secondo diverse destinazioni, come internet,
Red Button, e altre piattaforme come Freesat, Sky e Virgin Media; questa parte verrà gestita in stereo grazie a due console OnAir 3000.
Il quadro appare evidentemente complesso, data la presenza di feed in arrivo dall’host broadcaster e i suoi presentatori, più altri feed in arrivo in forma di video HD-SDI da linee esterne. La  OnAir 1500 creerà un submix microfonico dallo stadio di presentazione degli atleti
Dato l’impiego delle console Vista 9 per la prima volta, è stato sottolineato come il metering consenta una veloce riconfigurazione nel momento della gestione di una ampia varietà di segnali in ingresso, come in questo caso, su 5.1 canali, con commenti e 24 linee microfoniche in arrivo dallo studio via gli stage box Studer D21m. Sono previste altre sorgenti ancora; per dare un’idea della scala, il  Vista 9 principale prevede 16 linee in ingresso, 72 linee in uscita, 52 microfoni in ingresso (via condivisione su Relink) con 112 ingressi e uscite AES, con numero elevato di porte data la presenza di cosí tanti segnali 5.1.
 
 
In una sala dedicata, la console Studer Vista 5 farà da backup delle regie principali  e come sorgente di bypass nel caso lo studio principale necessiti di un bypass improvviso per effettuare una pre-registrazione, cosí da liberare le Vista 9 per la pre-registrazione e continuare col mix grazie al Vista 5.
Un’altra caratteristica utile della Vista 9 è la capacità di creare un upmix di sorgenti stereo su 5.1 ed effettuare un downmix dal 5.1 per avere uscite in stereo.
Il Route 6000 che riesce a gestire fino a 1728 x 1728 ingressi e uscite, provvederà 40 linee in ingresso, 40 in uscita, 4 ingressi microfonici, e due embedder/deembedder HD-SDI.
Sempre di Studer, il RELINK che consente la condivissione di ingressi e uscite, permetterà ai tecnici la condivisione di molti circuiti microfonici tra le varie superfici di controllo. In tal senso sarà possibile creare delle linee HD tra ciascuna superficie e il core, utilizzando semplici cavi Cat5 grazie al data stream ad alta densità di Studer, con 96 linee bidirezionali verso ciascuna delle 4 console Vista, condividendo sorgenti e uscite.
Da sottolineare la scala gigantesca di questa installazione che per tre settimane consecutive realizza in un edificio temporaneo un evento di tale dimensione utilizzato da un numero di persone assai elevato.
Tre grandi regie complete per una copertura totale dei Giochi, che interagiscono in link per essere in grado di realizzare un controllo unico di tutte le superfici da una sola.
BBC Sport metterà in campo 20 fonici di IBC guidati da Jon Sweeney, direttore tecnico e da Richard Morgan, ingegnere capo, a sovrintendere le riprese su ben 26 discipline olimpioniche, come dicevamo prima, in modo da "coprire ogni sessione di ogni sport, ogni giorno".
 
 
Vai alla barra degli strumenti