La tecnologia di Mitsubishi Electric incontra l’arte contemporanea

mitsubishi Redhardt - landscape

Si è conclusa lo scorso 5 maggio la mostra dell’artista Sigrid Redhardt, dal titolo “Proiezioni“, presso il LVR – LandesMuseum di Bonn. Grazie alla tecnologia Mitsubishi Electric l’artista ha potuto rappresentare, in questa occasione, il genere ritratto in una forma del tutto innovativa, il “dipinto in movimento”. Durante la mostra Redhardt ha presentato, infatti, una serie di ritratti, sperimentando alcune tecniche visive e pittoriche con interessanti prospettive, tra cui proprio la “pittura in movimento”, resa possibile grazie alla proiezione a video dei ritratti, non più statici ma in divenire. Lo scopo di tale sperimentazione è stato quello di indagare una dimensione più dinamica delle arti pittoriche, realizzabile anche con la tecnica digitale del morphing. Questa tecnica, usata per movimentare le immagini, consiste nel “fonderle” l’una dentro l’altra con movimenti lenti e molto fluidi.

Il risultato finale di questa performance è stato eccellente: grazie all’impiego della tecnologia Mitsubishi Electric è stato possibile creare un effetto morphing con immagini intense, fluide e brillanti, dai colori vividi e straordinariamente nitidi. Per la trasmissione a video dei ritratti, Sigrid Redhardt ha scelto i Video Wall di Mitsubishi Electric composti da Cubi DLP a retroproiezione con illuminazione LED, della Serie Seventy. Solitamente impiegati nel Public Display, in applicazioni professionali come nelle sale di controllo e comando, questi display possono trovare impiego in diversi ambiti, come quelli espositivi e museali, grazie alla versatilità che la tecnologia DLP conferisce loro. In occasione della mostra di Sigrid Redhardt questi prodotti sono stati scelti oltre per l’elevata affidabilità, anche per la loro elevata fedeltà dei colori offerta dalla tecnologia di illuminazione LED. Nella parte della mostra chiamata “moving paintings” l’artista ha messo in scena alcuni ritratti dipinti a olio, proiettandoli a video.

Quattro display VS-50PE75U di Mitsubishi Electric componevano due Video Wall che, posizionati uno di fianco all’altro, venivano percepiti dal visitatore come un unico grande schermo. Questo sistema ha permesso all’artista la realizzazione dinamica dei dipinti, ottenendo due grandi ritratti digitali. I display, versatili e modulari, sono stati collocati su un basamento, raggiungendo una altezza di 2 metri e una larghezza di 1 metro e 53 cm. Le soluzioni Mitsubishi Electric a retroilluminazione LED con tecnologia SXGA (1400 x 1050) hanno un rapporto di contrasto di 1:600:1 e una potenza luminosa fino a 1090 cd/m2. Offrono, inoltre, una elevatissima definizione delle immagini e la massima omogeneità di colore per 80.000 ore continue di funzionamento.

I Video Wall utilizzati al LVR-LandesMuseum di Bonn fanno parte dell’innovativa Serie Seventy di Mitsubishi Electric. Della Serie Seventy fanno parte sia i Cubi a retroilluminazione sia i display LCD con retroilluminazione LED per le piccole sale di controllo, mantenendo in comune schede di espansione opzionali e software di controllo. Mitsubishi Electric ha sviluppato il concetto innovativo di Smart-7 che segna lo stato dell’arte di una nuova generazione di Cubi a retroproiezione con illuminazione LED. Questo concetto garantisce un intenso e ampio spettro di colori, una durata del display stimata di 10 anni, in funzione costante, unitamente a un alto livello di efficienza energetica. In tutto il mondo l’azienda ha installato ad oggi, più di 50.000 DLP.

Info: vis.mitsubishielectric.it

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti