ISE 2012 Amsterdam RAI (31-Genn. – 2 Febb.) – Report

Anche quest’anno è arrivato il momento della trasferta ad Amsterdam, per l’annuale fiera ISE dedicata ai sistemi integrati.
Partenza da Milano e, in men che non si dica, la delegazione di IntegrationMag.it si è trovata ad una temperatura polare e con un vento teso che avrebbe fatto rabbrividire un pinguino, ma non gli intrepidi cittadini di Amsterdam con l’immancabile bicicletta ne tantomeno i "sistemisti integrati".

 
Al solito prendiamo gli efficienti mezzi di trasporto, treno, autobus, ed eccoci davanti all’ingresso C. Finalmente dentro la scenografia a led disposta con linee curve, giusto per dire cosa si può fare, ci ricorda dove siamo e subito ci rechiamo nella hall 1 dove troviamo una multiproiezione realizzata con un gran numero di proiettori Panasonic che fanno bella mostra di sé proprio appesi sulle nostre teste.
Il tempo per ambientarsi e guardarsi intorno e via con le novità!

La prima cosa che spicca è lo stand Crestron che già vi dice che se siete integratori di sistemi siete nel posto giusto. Ho ammirato le matrici modulari DM-MD 8×8, 16×16 e 32×32 ma ampio spazio era dedicato anche ai componenti “Green Light” ed a tutti i controller. Di fronte lo stand Kramer altre matrici, controller, wall-plate, ecc.

Quasi nascosto un piccolo spazio di una ditta canadese www.muxlab.com che presenta un sacco di quelle scatoline e scatolette magiche che risolvono molti problemi di conversioni e connessioni a chi poi i fili li deve “tirare” veramente. Di seguito Hall Research, californiana, ma anch’essa utile a risolvervi problemi di connessione.

Adeo Group esponeva i nuovi schermi Screen Research di propria produzione, ma ricordo che in Italia la società di Lavis (TN) distribuisce anche altri marchi presenti in fiera con lo stand dei rispettivi produttori quali p.es. Control4 (11H78), Key digital (5V130), PTN electronics (11K48).

Non si può non citare Stumpfl rinomata soprattutto per i software di elaborazione grafica utilizzati spesso in videoproiezione e che permettono di proiettare su qualunque superficie e fare tutte quelle cose che piacciono tanto ad architetti e designers.

In logica sequenza tutta la parte dedicata alla videoproiezione dove ho visto novità interessanti in full-hd, 3d e alta potenza luminosa. In ordine alfabetico, per non fare torto a nessuno, citerò solo quelli che mi hanno interessato di più, ma naturalmente c’erano tutti!

CASIO presentava tutta la gamma, cresciuta a circa un anno dalla presentazione del primo modello, di proiettori educational con tecnologia LED (in realtà è una combinazione di laser e led)

CHRISTIE imponente dimostrazione di forza per un marchio che ha fatto della qualità il suo credo. Esposti un gran numero di apparecchi, ma la notizia è il lancio della soluzione Christie alla gestione dei contenuti Christie JumpStart.

Nello stand di EPSON ci accoglieva Carla Conca di EPSON Italia che gentilmente ci presentava le molte novità soprattutto nel settore educational in cui il brand è molto presente, ma ciò che mi è piaciuto di più è stato il nuovo videoproiettore da 10.000 lumen, progettato per i grandi ambienti. Il dispositivo fa parte di una nuova gamma comprendente sette modelli d’avanguardia che offrono luminosità elevata e tecnologie avanzate. La serie offre ampie possibilità di scelta, con luminosità a partire da 7.000 lumen, risoluzione da XGA a WUXGA e una serie di funzionalità avanzate (ad es. display multi-screen fino a 4 proiettori con edge-blending) bellissimi nella livrea bianca, ma disponibili anche in nero per strizzare l’occhio al settore rental.

NEC presentava la nuova serie PA: 4 modelli con risoluzioni da 1024×768 a 1920×1200, potenze tra 5000 e 6000 ansi-lumen, lenti intercambiabili e una durata della lampada di 3000-4000 ore. Inoltre erano presenti anche i monitor per il public display e molto altro. Tutti prodotti distribuiti in Italia da EUROSELL 

PANASONIC li avevamo già notati all’ingresso, come non accorgersene… Una gamma completa di proiettori con luminosità da 2000 a 20.000 ansi-lumen e risoluzioni fino al full-hd e oltre, c’è anche un full-hd 3d per l’home cinema. 

La gestione di contenuti multimediali è sempre più richiesta anche agli installatori che si occupano di impianti residenziali ed in proposito mi piace citare Pixel engineering, una società di Gallarate (VA) che distribuisce in Italia i prodotti ELAN, NILES, xantech, Sunfire e Aton con cui si possono realizzare impianti audio e audio-video multi-room semplici e funzionali anche per negozi e show-room.

Parlando sempre di sistemi audio-video abbiamo incontrato Giacomo Degl’Innocenti fondatore e a.d. di Gammalta srl (Pisa) che distribuisce in Italia i server multimediali Kaleidescape e i diffusori PMC e promette di seguire i system integrator loro clienti dal progetto alla demo e fino alla realizzazione finale chiavi in mano di sale cinema “da urlo” per clienti che vogliono solo il meglio sia per la casa che per la barca (lascio a voi immaginare le dimensioni di barche che possono contenere una sala cinema).

Amanti del P.A. e del Sound Renforcement questo non è un luogo per voi, ma anche l’audio è ben rappresentato dalla sfilata di consolle digitali DiGiCo a dai diffusori EAW, Martin Audio ed Electro-Voice.

Citazione al merito per PRASE Engineering e il suo stand fiorito, una realtà italiana in grado di competere anche qui nel settore degli impianti EVAC e congress.

Altro stand in cui erano esposti apparecchi per impianti EVAC e congress è Bosch, ma soprattutto nel settore sale conferenze credo che ci sarà molto da fare in futuro per gli installatori data la sempre maggiore richiesta di tecnologie multi-mediali di ultima generazione in questo ambito. Questo mi ricorda che ho visto un prodotto secondo me eccezionale allo stand Taiden. Oltre a matrici, telecamere robotizzate full-hd per video-conferenza e altri apparecchi spiccava un bel classico tavolo da sala riunioni attrezzato con tanti HCS8318/20 perfettamente funzionanti.
La particolarità di questa postazione è la dotazione oltre al microfono anche di una telecamera e di uno schermo da 10” a colori su cui visualizzare documenti (eliminando totalmente tutta la carta altrimenti necessaria), risultati delle votazioni, testo di un intervento, collegamenti esterni in video-conferenza e tutti i servizi necessari, compresa una interfaccia per chiamare collaboratori e/o perfino il caffè. Utilissima infine la funzione picture-in-picture che in teleconferenza diventa indispensabile e naturalmente in questo caso l’immagine commuterà automaticamente sulla telecamera della postazione abilitata e quindi dell’oratore che stà intervenendo…poteva forse mancare questo plus?!?!

MITSUBISHI ELECTRIC esponeva display lcd interattivi da 42”,52”,65” (TC-42MM-EU, TC-52MM-EU, TC-65MM-EU) oltre a prodotti specifici per grandi sale controllo multi-schermi p.es. il Display Wall Processor componibile fino a 32 ch. VC-MK4000, ma soprattutto ha presentato un componente OLED e un Digital Display Controller mod. XDC6000E per la composizione di schermi piatti, cubici, sferici, ecc. www.displays.mitsubishielectric.eu/products/oled

Roland esponeva sia le consolle audio digitali della serie V-mixer da toccare e provare sia le apparecchiature video, ma a proposito di video ho visto due “giocattoli” per bambini un po’ cresciuti che mi hanno fatto rimpiangere il poco tempo a disposizione. HS-600 di datavideo  una valigetta “magica”, delle dimensioni di una 48 ore, contenente una regia video 8 canali completa di monitor. www.coptermotion.eu un fantastico quadcopter tipo quel giocattolo visto su you-tube comandato da i-phone, ma in versione più grande e professionale in grado di ospitare una telecamera per fare riprese aeree, tutto fornito completo di radiocomando con monitor lcd, trasmettitori/ricevitori video e flight-case dove riporre tutta la strumentazione.

Il settore dedicato ai display led sembrava una questione tutta orientale tale era la preponderanza dei produttori asiatici, restavano solo Barco e pochi altri a “difendere” l’occidente. Barco ha presentato la 3° generazione di led con il 33% di luminosità in più e il nuovo proiettore HDX-W18 (17,500 lumens, WUXGA 3 chip DLP)

In ogni modo la tendenza che ho colto è una ricerca della qualità/definizione e di una maggiore luminosità e cito uno per tutti LIANTRONICS.
Quello che manca secondo me è ancora una diminuzione dei costi che possa aprire il mercato ad utilizzatori interessati ma con un budget troppo basso per questo prodotto. 

Vorrei chiudere con alcuni oggetti, se volete semplici ma che ho trovato interessanti se non curiosi; spero apprezzerete.

OPTOGATE rinomata per il gate comandato da un sensore di presenza applicabile al microfono, aveva nel suo stand un’asta microfonica con regolazione in altezza motorizzata a comando remoto (ideale per fonici pigri)

Da iRoom GmbH ho apprezzato una bellissima docking-station da parete per i-pad.

Ed infine Space3D Solutions SA  è il produttore di un oggetto un po’ kitsch ma alquanto efficace per esporre oggetti tipo orologi o gioielli con sovrapposizione di una proiezione in 3d come un ologramma (utile per i commercianti).

Nota a margine – Si è svolta il 31 Genn. Presso ISE l’ assemblea di SIEC (systems integration experience community). L’associazione intende sostenere e promuovere il settore presso enti ed istituzioni, anche con la certificazione dei professionisti attualmente non inquadrabili. Si vogliono creare sinergie, migliorare la comunicazione con gli installatori e offrire formazione.

Giusto in calce vi vogliamo dare i numeri…
Nonostante gli anni non certo facili l’ambiente e l’atmosfera che si respirava all’ISE 2012 è stato rincuorante. I numeri ufficiali dicono 825 espositori provenienti da tutto il mondo e un totale di 40.869 visitatori registrati nell’arco dei tre giorni.

Sergio Merlo

Integrationmag.it Staff

 

 

Vai alla barra degli strumenti