L’illuminazione intelligente firmata iGuzzini per il Museo del Satiro

In questo interessante case study l’Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana e iGuzzini Illuminazione presentano il nuovo progetto illuminotecnico del Museo del Satiro di Mazara del Vallo, che ospita la celebre statua bronzea. Databile tra il IV e il II secolo a.C. e attribuibile alla scuola di Prassitele, la statua – rinvenuta alla fine degli anni ‘90 nel Canale di Sicilia – continua oggi a testimoniare il glorioso passato dell’arte greca in Italia.

La nuova illuminazione intelligente, definita in base ai principi della massima flessibilità dell’impianto, consente di creare scenari di luce personalizzati sul Satiro Danzante, in grado di ampliare l’accessibilità all’opera classica anche a un pubblico con disabilità visiva. Il progetto ha ripensato gli ambienti del museo in un’ottica di efficienza energetica, minimo ingombro visivo degli apparecchi e migliore gestione dell’impianto, grazie al ricorso a soluzioni a LED compatibili con il protocollo DALI (Underscore 15/18, View, Palco e Linealuce Compact RGBW) gestiti da un sistema di controllo.

La possibilità di allargare l’utenza a visitatori ipovedenti è stata realizzata in stretta collaborazione con il Presidente della Sezione Territoriale di Trapani dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Pietro Catalano che, grazie alle soluzioni messe in campo da iGuzzini, ha aiutato a mettere a punto diverse modalità di lettura dell’opera. In occasione dell’inaugurazione, poi, la scultura classica è stata illuminata con scenari di luce definiti da altri eccellenti interpreti – tra cui l’Assessore Regionale dei Beni Culturali Sebastiano Tusa – che ha elaborato delle scene luminose frutto della sua personale visione dell’opera. Da questo momento in poi, le diverse regie di luce potranno essere facilmente richiamate dai visitatori all’interno dell’abside dell’ex Chiesa di Sant’Egidio attraverso un dispositivo digitale presente nella sala.

La nuova illuminazione del Museo del Satiro Danzante si inserisce all’interno del programma Light is Back, con il quale iGuzzini illuminazione da molto tempo contribuisce concretamente alla valorizzazione dei beni culturali, per consentire alla collettività di beneficiare delle meravigliose suggestioni del patrimonio artistico mondiale.

Adolfo Guzzini, Presidente di iGuzzini Illuminazione afferma “Siamo orgogliosi di continuare la collaborazione con il Dipartimento dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, dopo il prestigioso intervento presso il Teatro Antico di Taormina. Quella tra la tecnologia della luce di iGuzzini e le competenze messe in campo dalla nostra azienda, è un’unione vincente al servizio della collettività perché permette di valorizzare un capolavoro classico, protagonista del patrimonio artistico siciliano. L’illuminazione, inoltre, consente di aprire molteplici percorsi conoscitivi dove l’opera d’arte acquisisce un significato estetico totalmente nuovo”.

Relatori conferenza di presentazione del progetto:

  • Sebastiano Tusa, Assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana della Regione Siciliana;
  • Nicolò Cristaldi, Sindaco di Mazara del Vallo;
  • Luigi Biondo, Direttore del Polo Museale della Provincia di Trapani;
  • Adolfo Guzzini, Presidente iGuzzini illuminazione;
  • Roberto Sannasardo, Dipartimento dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, curatore del progetto.

Interpreti della Luce:

  • Sebastiano Tusa, Assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana;
  • Pietro Catalano, Presidente della Sezione Territoriale di Trapani dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti;
  • Angela Milazzo, Consigliera della Sezione Territoriale di Trapani dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti;
  • Vincenzo Bologna, Consigliere della Sezione Territoriale di Trapani dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti.

Info: iGuzzini Illuminazione

Vai alla barra degli strumenti