L’Università del Galles rivoluziona l’esperienza formativa con Vision Exchange di Sony

La prestigiosa Università del Galles Trinity Saint David collabora a stretto contatto con Sony per presentare nuove pratiche di apprendimento a studenti sia interni che esterni ai campus, grazie a Vision Exchange.

In prima linea per l’apprendimento basato sulla tecnologia, l’Università ha investito in modo significativo nella propria infrastruttura e ha intrapreso un ambizioso programma volto a rivoluzionare l’esperienza formativa. La sua partnership con Sony ha accelerato il passaggio dai tradizionali auditorium agli spazi di apprendimento all’avanguardia, offrendo un ambiente collaborativo e interattivo per nuovi livelli di coinvolgimento e conseguimento dei risultati.

L’Università aveva chiare ambizioni di rivoluzionare i programmi d’insegnamento e di apprendimento per coinvolgere e creare un ambiente formativo ottimizzato per tutti gli studenti. Per realizzare le proprie aspirazioni, aveva bisogno di un partner tecnologico con comprovata esperienza e competenza tecnica, una straordinaria gamma di soluzioni didattiche pensate per incoraggiare la partecipazione e – decisamente – una visione condivisa per rivoluzionare la nuova generazione di apprendimento attivo e collaborativo attraverso tecnologie smart.

Oltre a preparare il personale alle novità introdotte, la soluzione Vision Exchange di Sony è stata sviluppata di pari passo con l’Università. La soluzione intuitiva, scalabile e flessibile è stata specificamente adattata alle esigenze dell’Istruzione Superiore e ai requisiti pedagogici dell’UWTSD.

Incoraggiando la libertà e supportando gli studenti con l’active learning, la soluzione education consente agli studenti – fino a un massimo di 60 – di lavorare in modo collaborativo in piccoli gruppi, fino a 6 contemporaneamente, connettendosi wireless alla piattaforma dai propri laptop (Windows/Mac), tablet e smartphone. Vision Exchange non solo massimizza il potenziale del BYOD, ma, a differenza di soluzioni fisse e complesse che connettono diverse tecnologie, la sua scalabilità consente di collegarlo e ampliarlo con la semplice aggiunta di POD nei gruppi di lavoro coinvolti nell’active learning.

Il design dei nuovi spazi del SA1 si basa sul principio della flessibilità. Il risultato è completamente configurabile e adattabile, con scrivanie, posti a sedere e cluster mobili. Le tecnologie didattiche come la soluzione Vision Exchange di Sony sono ugualmente flessibili, per guidare e potenziare il nuovo ambiente di apprendimento.

Vision Exchange viene progressivamente implementato in tutti i campus esistenti all’interno dell’Università ed è incorporato nella nuova struttura degli spazi didattici presso il SA1 Swansea Waterfront, consentendo ai docenti di porre la tecnologia al centro della formazione. L’Università ha investito inoltre in TEOS Manage di Sony, il software per la gestione di spazi e dispositivi, per organizzare, pianificare e monitorare in maniera efficiente il contenuto che viene visualizzato su tutti i propri display professionali BRAVIA e proiettori.

Permettendo di muoversi più liberamente nell’ambiente, Vision Exchange ha potenziato l’interazione tra docenti e studenti, migliorando la partecipazione e l’impegno con i gruppi in aula come parte del processo formativo. Mettere insieme le idee dei vari membri dei gruppi, sia all’interno che all’esterno dell’istituzione stessa, consente inoltre all’Università di espandere l’ambiente di apprendimento, oltre alla semplice configurazione dell’aula, e di sviluppare attivamente la propria offerta di apprendimento a distanza.  Gli insegnanti hanno maggiori opportunità di osservare ciò che accade in un contesto attivo e di introdurre una varietà di opinioni e idee diverse per sviluppare il viaggio della scoperta.

Info: Sony

Vai alla barra degli strumenti