RCF NXL 24-A per la Frankfurt University of Music and Performing Arts

Fondata nel XIX secolo, la Frankfurt University of Music and Performing Arts ha una ricca storia, una posizione di leadership tra gli istituti del suo genere e una reputazione per eccellenza nelle arti dello spettacolo, con un’offerta di più di 20 programmi di musica, teatro e danza frequentati da oltre 900 studenti.

Nel corso dei continui miglioramenti e aggiornamenti, è stata recentemente indetta una gara per l’installazione di un sistema di diffusione sonora nel foyer adeguato alla struttura, dove parole e musica occupano un ruolo sicuramente preponderante.

Le specifiche architettoniche della struttura hanno imposto una progettazione accurata, a causa della complessa acustica di una stanza con soffitti di diverse altezze, un auditorium a due piani e zone di copertura con profondità che vanno dai 15 ai 25 metri, mantenendo l’impatto visivo dei diffusori al minimo indispensabile.

Il team tecnico dell’Università aveva infatti idee ben chiare sul concetto di integrazione visiva e di prestazioni acustiche e la scelta è stata fatta con audizioni delle varie proposte.

Vincente alle audizioni, come lecito aspettarsi da una struttura che si occupa di formare e selezionare i nuovi artisti, il sistema  line array RCF  NXL 24-A, diffusore attivo dotato di quattro trasduttori RCF da 6 “, un driver a compressione con bobina da 2,5” e una tromba asimmetrica con -25 °/+ 5 ° direttività verticale e orizzontale 100 °.

Per soddisfare le rigide normative tedesche sulla sicurezza antincendio per i luoghi pubblici, RCF ha collaborato con il contractor incaricato dell’installazione per sviluppare una versione passiva di questo diffusore, con amplificatori di potenza alloggiati in un rack centrale remoto posizionato a circa 40 metri dai diffusori.

Il sistema è pilotato da una matrice collegata a monte degli amplificatori con a bordo i preset di livello, equalizzazione e delay per l’allineamento temporale.

Gli ingegneri hanno calibrato il sistema con un concerto su CD, spingendo gli studenti a chiedere in quale sala stesse suonando l’orchestra. Pensando che fosse una trasmissione dal vivo, non potevano credere che le unità RCF NXL 24-A potessero offrire un paesaggio sonoro così ricco e completo, oltretutto senza l’impiego di subwoofer aggiuntivi.

Anche Christoph Schulte, ingegnere del suono presso l’Università di Musica e Spettacolo di Francoforte, ha elogiato il sistema NXL 24-A. È convinto che questo sistema RCF sia stato sicuramente la scelta giusta.

Info: RCF

Vai alla barra degli strumenti