Videosorveglianza, anticendio, controllo accessi e molto altro a Sicurezza 2019

Sicurezza 2019, uno degli eventi più importanti nel panorama europeo dedicato a security e fire che si terrà a Fiera Milano dal 13 al 15 novembre, si prepara ad accogliere i professionisti italiani ed internazionali in visita, in un momento particolarmente positivo per il mercato: secondo gli ultimi dati disponibili, infatti, nel 2018, in Italia, il comparto Sicurezza e Automazione edifici ha confermato una crescita del fatturato totale (+6,8 per cento a valori correnti) e anche le esportazioni di tecnologie per la Sicurezza e Automazione edifici hanno mostrato un profilo dinamico, crescendo del +9,2 per cento (Fonte: ANIE Sicurezza).

A Sicurezza, tra tutti i comparti presenti in mostra, troverà ancora più spazio l’antincendio con alcune delle realtà più interessanti del settore, mentre si conferma la forte attenzione alle innovazioni in tutti gli ambiti della security, dalla videosorveglianza al controllo accessi, passando per le proposte più avanzate dell’antintrusione e della sicurezza passiva, senza dimenticare i droni come strumento di monitoraggio e soccorso.

Ulteriore punto di forza di questa edizione, la contemporaneità con Smart Building Expo, l’evento dedicato alle tecnologie digitali per edificio in rete e smart city, che si terrà negli stessi giorni di Sicurezza e si potrà visitare con un unico titolo di ingresso.

Ecco alcuni dei contesti a cui guarderà la manifestazione:

  • I grandi eventi – Le normative entrate in vigore negli ultimi anni hanno reso necessarie per i Comuni e le realtà organizzatrici di eventi in luoghi pubblici, dotazioni complesse per controllare gli accessi, contare le presenze, monitorare costantemente le persone che affollano lo spazio dove si svolge un evento per intervenire nel caso di evacuazioni o prevenire possibili incendi.
  • La sicurezza urbana – Grandi e piccoli centri abitati sono al centro di una profonda rivoluzione tecnologica: il controllo degli accessi, il monitoraggio delle targhe in entrata in aree ZTL o in zone particolari sono ormai affidati a sistemi elettronici sempre più sofisticati e intelligenti, che affiancano le forze dell’ordine e la Polizia locale. Accanto al controllo del traffico e alla gestione dei parcheggi e degli accessi, gli investimenti dei comuni di ogni dimensione in tecnologie per la sicurezza si stanno muovendo sempre più anche nell’ottica della tutela e del monitoraggio dei beni architettonici e dei luoghi rilevanti dal punto di vista culturale, compresi oasi e parchi naturali.
  • Le abitazioni – La casa è il luogo che per definizione deve proteggere chi la abita e deve essere protetto da rischi e intrusi. Le soluzioni oggi a disposizione sono sempre più evolute e garantiscono il monitoraggio e il controllo di ogni stanza ma anche delle zone esterne. Con estrema semplicità gli utenti possono tenere sott’occhio la propria abitazione anche da remoto, avvisare le forze dell’ordine in caso di anomalia ed essere sempre informati su ogni movimento e perfino su chi suona al loro citofono mentre sono assenti.
  • I luoghi di lavoro – Dalla linea di produzione all’ufficio, fino al cantiere, i luoghi di lavoro sono i contesti che maggiormente richiedono sistemi di sicurezza integrati, in grado di garantire il massimo dell’efficienza in ogni momento. Che si tratti di banche o di stabilimenti industriali, di grandi aziende o di piccole imprese, la richiesta è sempre di soluzioni tailor made, una sfida complessa per chi produce, progetta e installa sistemi di sicurezza.
  • Il retail – Che si tratti del centro commerciale più frequentato nella periferia cittadina, o di un piccolo negozio di prossimità, l’esigenza di proteggere la merce da furti – rilevando, ove necessario, l’accesso e i movimenti dei clienti – è fondamentale e spesso a questa attenzione si aggiunge quella di sorvegliare la merce in magazzino o durante le fasi di stoccaggio.
  • La protezione dei dati – La piena entrata in vigore del GDPR rende ormai indispensabili strumenti per la protezione del dato in ogni ambito. La cyber security entra anche nel mondo della sicurezza perché telecamere intelligenti e sistemi di controllo accessi rappresentano ormai potenti elaboratori di dati che sempre più spesso vengono trasmessi con tecnologia wireless e immagazzinati in cloud per il tempo necessario alla loro elaborazione.

Sicurezza 2019 ospiterà 200 top buyer internazionali dai mercati più interessati alle proposte in mostra, come l’Europa e il bacino del Mediterraneo, il Nord Africa, la Russia e repubbliche ex CSI, i Balcani, le repubbliche baltiche e il Medio Oriente.

I potenziali compratori stranieri, selezionati per provenienza e alta capacità di spesa, potranno usufruire di un’agenda programmata definita già prima dell’apertura della fiera e realizzata attraverso il programma My Matching di Fiera Milano, che consentirà loro di incontrare gli espositori, ottimizzando al massimo i tempi di visita e facilitando l’avvio delle trattative di business.

I visitatori possono preregistrarsi o acquistare in pochi click direttamente dal sito www.sicurezza.it il proprio titolo di ingresso, risparmiando così fino al 50% su costo del biglietto.

Info: Fiera MilanoSicurezza 2019

Vai alla barra degli strumenti