Illuminazione targata ETC per Sue, il T. Rex del Chicago Field Museum

Vi segnaliamo un interessante case study che coinvolge Sue, il T. Rex che si trova all’interno del Griffin Halls of Evolving Planet del Chicago Field Museum, e gli apparecchi di illuminazione e di comando di ETC e Xicato.

Il fossile di T. Rex deve il suo nome a Sue Hendrickson, che ne ha scoperto lo scheletro nel South Dakota nel 1990, anche se potrebbe non essere femmina (vengono usati infatti i pronomi al maschile). Il trasferimento di Sue nell’area di 470 metri quadrati, The Griffin Halls of Evolving Planet, è stato completato mesi prima del previsto per soddisfare un pubblico acclamante. Dopo una fase di prototipazione di tre mesi, che aveva lo scopo di mostrare ai curatori le modalità con cui si sarebbe provveduto ad illuminare Sue nel suo nuovo ambiente, il team di progettazione di Lightswitch Chicago ha elaborato una presentazione AV meticolosamente strutturata degna del fossile più costoso (8,7 milioni di dollari) al mondo.

Photo by Martin Baumgaertner

Il progetto ha richiesto la complessa integrazione di protocolli di controllo e diversi tipi di apparecchiature tra cui la serie 2 Source Four LED e ColorSource, così come apparecchiature di un altro fornitore, Xicato, che vengono controllate in modalità wireless utilizzando DMX tramite Bluetooth.

Il System Integrator Ivan Jones è rimasto piacevolmente sorpreso dato che non si aspettava il risultato raggiunto. “ETC ha predisposto una programmazione specifica per questo lavoro. Chris Price ha creato un intero nuovo modulo di controllo all’interno di Mosaic per comunicare con Xicato. Mi hanno consegnato un prodotto che funzionava, non ho mai dovuto apportare modifiche”.

Di fatto questa è la prima volta al mondo che viene eseguita l’interoperabilità tra ETC Mosaic e Xicato Controls. “Riteniamo che l’integrazione tra i sistemi di controllo sia fondamentale nell’era dell’illuminazione IoT”, afferma Ron Steen, VP di NA Specification Sales per Xicato. “La nostra API aperta ha consentito a ETC di usufruire dei vantaggi del nostro sistema con Paradigm e Mosaic”.

Il cuore del sistema AV è un controller Mosaic ETC che svolge un ruolo insolito. “Per Sue, Mosaic funge da scheda di controllo invece che da unità di comando. Non prende una sola decisione autonomamente. È comandato sia da Watchout che da AMX. Fornisce un feedback ad AMX mentre opera come punto di integrazione con l’illuminazione wireless Xicato e Paradigm, spiega Jones.

Mosaic MSC1

Un controller Mosaic MSC1 gestisce tutti i comandi in entrata, controlla le luci DMX relative all’illuminazione scenica di Sue e richiama i preset delle luci Bluetooth Xicato Wireless. Mosaic accede alla rete di Xicato Control per richiamare le scene e attenuare le luci della sala in base alle cue che aprono o chiudono la presentazione.

La soluzione Xicato Control è dotata di un protocollo wireless Bluetooth Low Energy (BLE). Nomi, gruppi e scene sono stati impostati nei moduli indirizzabili singolarmente di Xicato.

ETC Paradigm gestisce tutte le luci dell’area riservata al pubblico che funzionano su relè o dimmer standard e fornisce anche stazioni di controllo per l’annullamento temporaneo.

Senza più la possibilità di vagare per i Badlands, l’orario giornaliero di Sue è stato accuratamente studiato. La giornata inizia in un’atmosfera notturna. La maggior parte dell’illuminazione del locale è spenta, ad eccezione dell’illuminazione di sicurezza posizionata strategicamente per consentire l’individuazione del percorso sicuro e delle luci delle telecamere.

Photo by Martin Baumgaertner

AMX inizia la giornata con un comando TCP che indica a Mosaic di passare alla normale atmosfera da galleria. Mosaic invia un messaggio a Paradigm per passare ai normali preset di uno spettacolo. Quindi le istruzioni di Mosaic provengono da Watchout come messaggi TCP all’avvio dello spettacolo multimediale. Watchout eseguirà una serie di comandi che attivano vari trigger mentre lo spettacolo si ripete ogni quindici minuti.

Alla fine della giornata, AMX indica a Mosaic di passare all’atmosfera di sicurezza della galleria e invita Watchout a interrompere l’invio di messaggi a Mosaic. La monotonia della vita di Sue è interrotta da un occasionale evento speciale in cui diventa protagonista della scena. Questo richiede un’atmosfera con tante luci festose, il tutto sotto l’occhio vigile di Mosaic.

La nuova casa di Sue ha riscosso un enorme successo tra i suoi fan. Waller attribuisce il successo della mostra al modo in cui la tecnologia è stata utilizzata. “L’utilizzo di apparecchiature teatrali permette di concentrare l’attenzione su diverse parti di Sue, facendole apparire più realistiche”, commenta Thatcher Waller, Senior Lighting Designer di Lightswitch Chicago. “Abbiamo creato uno spettacolo attraverso apparecchiature che entusiasmano il pubblico, lo invitano a usare l’immaginazione e raccontano l’incredibile storia di Sue.”

Info: XicatoETC Connect

Vai alla barra degli strumenti