Smartglass Epson Moverio per le attività da remoto di Marchesini Group

Vi segnaliamo questo interessante case study in cui viene illustrato come gli smartglass Epson Moverio abbiano aiutato la gestione delle attività da remoto del Marchesini Group. Grazie, infatti, ai Moverio BT-350 con realtà aumentata, l’azienda è riuscita a garantire produttività, efficienza e meno fermi macchina anche in tempi di lockdown.

Marchesini Group è un’azienda bolognese conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo che progetta, produce e assembla macchinari speciali e intere linee di confezionamento automatiche e robotizzate utilizzate nei settori farmaceutico e cosmetico: con Epson, ha trovato la soluzione perfetta per gestire in modo efficiente le attività da remoto.

Gli smartglass Epson Moverio BT-350 con realtà aumentata si sono rivelati infatti un aiuto essenziale per risolvere eventuali malfunzionamenti degli impianti anche senza la presenza del tecnico sul posto. “Abbiamo scelto i Moverio – spiega Mirko Ballo, Customer Care Director di Marchesini Group – perché sono una soluzione affidabile che ci ha permesso di mettere a punto il servizio di assistenza remota assicurando una perfetta e completa operatività a mani libere”.

Ogni macchinario è un unicum, personalizzato per quel singolo progetto. In passato era necessario che il tecnico della filiale di riferimento venisse di prassi nella sede italiana per assistere alle operazioni di assemblaggio e test di funzionamento e poterle poi replicare nello stabilimento del cliente. Oggi invece, grazie alla realtà aumentata, questa procedura può essere in molti casi evitata. In Marchesini Group, i vantaggi dei Moverio sono ben conosciuti: dalla netta riduzione del tempo impiegato per risolvere un problema rispetto a quello richiesto per essere fisicamente sul posto, al conseguente minor fermo macchina e maggiore produttività. Non solo: durante il lungo periodo di lockdown dovuto alla pandemia da Coronavirus, gli smartglass hanno permesso ai tecnici di andare ben oltre il tradizionale servizio di troubleshooting, consentendo anche attività di montaggio.

“In piena emergenza sanitaria – conferma Mirko Balloquando non era possibile uscire per fornire assistenza sul posto, i Moverio ci hanno permesso di continuare a dare supporto dal vivo anche a chi era lontano, nostri tecnici o clienti, rivelandosi un servizio ancora più necessario e a valore aggiunto. Durante questi mesi abbiamo effettuato più di 60 interventi da remoto, garantendo alle aziende clienti una produttività ininterrotta. Tutto questo non sarebbe stato possibile in tempi di normale operatività perché è ancora molto radicata la mentalità di preferire il tecnico sul posto piuttosto che la tele assistenza”.

I Moverio BT-350 si sono rivelati fin da subito un modello ergonomico e facile da usare: tutti in azienda hanno apprezzato funzionalità, comodità e prestazioni. La loro innovativa tecnologia di visualizzazione permette infatti la perfetta sovrapposizione dei contenuti in realtà aumentata alle immagini del mondo reale, consentendo una visione stereoscopica; il risultato è un campo visivo dettagliato a schermo pieno. Inoltre, a livello di comfort questo modello può essere portato senza problemi anche sopra gli occhiali da vista, mentre i naselli assicurano una vestibilità perfetta e le aste regolabili garantiscono la massima comodità.

“L’azienda – conclude Mirko Balloè contenta di fornire i Moverio ai propri tecnici e clienti perché sono uno strumento efficiente e allo stesso tempo in grado di favorire una perfetta integrazione tra l’uomo e l’ambiente di lavoro. Con questa soluzione, Marchesini Group ha ottenuto risultati positivi andando oltre le aspettative e in futuro prevede di implementare i contenuti di realtà aumentata per facilitare ulteriormente il lavoro da remoto”.

Info: Epson

Vai alla barra degli strumenti