Covid-19, ripresa del settore Pro AV solo a partire dal 2021

Vi segnaliamo un interessante analisi realizzata da AVIXA, l’Audiovisual and Integrated Experience Association, secondo cui il mercato pro AV di Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA) subirà un calo del 9% nel 2020 arrivando a 65 miliardi di dollari per via dell’impatto del COVID-19.

La ripresa avverrà nel 2021, con un ricavo che si prevede torni ai livelli del 2019 nel 2022, raggiungendo i 71.5 miliardi di dollari. Il settore continuerà a crescere, raggiungendo gli 81 miliardi di dollari nel 2025. Tutto questo è contenuto all’interno del nuovo 2020 AV Industry Outlook and Trends Analysis (IOTA) EMEA Summary realizzato appunto da AVIXA.

“Il settore pro AV e le economie in generale stanno vacillando per via gli effetti del COVID-19. La pandemia ha avuto un grande impatto sulle previsioni di breve e lungo periodo per la crescita economica e l’attività di business nella regione EMEA, portando a delle riduzioni nelle nostre previsioni,” ha detto Sean Wargo, Senior Director of Market Intelligence di AVIXA. “Ma la ripresa è in vista. La crescita per il pro AV nella regione EMEA supererà di molto l’espansione dell’economia della regione, con una crescita per il settore tra il 5.1% e il 4.8% nei prossimi anni.”

L’Europa occidentale guiderà i ricavi del pro AV per l’EMEA, con un ricavo regionale del 39%, quota che rimarrà ampiamente salda fino al 2025. Si prevede che l’Europa occidentale raggiungerà i 25.3 miliardi di dollari nel 2020 e i 30.6 miliardi di dollari nel 2025. Il più piccolo mercato dell’Africa subsahariana genererà la più grande crescita nella regione, da un CAGR del 6% tra il 2020 e il 2025, crescendo da 1.7 miliardi di dollari a 2.2 miliardi di dollari in questo periodo. Si prevede che il mercato pro AV dell’Europa centrale avrà una crescita fino ai 12.5 miliardi di dollari, aumentando il CAGR del 5.8% da 9.4 miliardi di dollari nel 2020.

In EMEA, il mercato dei media e dell’intrattenimento spicca nel settore pro AV per il suo rendimento relativamente forte durante la crisi del Covid-19, con un ricavo sceso solo del 5.6% nel 2020 e che crescerà dell’8.5% nel 2021. Il consumo di contenuti digitali da app per cellulari fino a TV e gaming è fortemente aumentato durante la pandemia. Tutto questo comporta la crescita di produzione, storage e distribuzione di attrezzatura, software e servizi.

Nell’era dell’aumento delle minacce informatiche e delle prospettive nazionalistiche, si prevede che il settore militare e della difesa investirà pesantemente nella tecnologia pro AV per il medio e lungo termine, portando a una crescita da 3.6 miliardi di dollari nel 2020 a 4.4 miliardi di dollari nel 2025. I mercati di difesa e militare, formazione e corporate genereranno la domanda più ampia per soluzioni di sicurezza, sorveglianza e sicurezza per la vita durante il breve e lungo periodo, in quanto cercheranno di aggiornare le loro infrastrutture per gestire le necessità di monitorare e rispondere alla pandemia.

La crescita del digital signage verrà guidata da una necessità crescente di comunicazione on-premise e out-of-home (OOH), specialmente per la sicurezza e i nuovi protocolli sanitari. Le funzionalità del digital signage si uniscono a quelle di sorveglianza e sicurezza. Ciò è applicabile sia alle situazioni che dovranno affrontare i dipendenti sia a quelle che coinvolgeranno i clienti. Per esempio, alle videocamere di sicurezza già installate saranno aggiunti AI, software e display e saranno utilizzate utilizzare per la business analytics per la customer journey, il tracciamento del cliente e la heat-mapping.

Guardando al ranking delle soluzioni pro AV in EMEA dal 2020 al 2025, conference e collaboration sono ai primi posti nella regione grazie alla prevalenza del lavoro da casa. Il ricavo aumenterà il CAGR del 2.6% da questo momento. La spesa continuerà a crescere in quest’area in quanto l’eredità dell’infrastruttura lascerà spazio al cloud. Le caratteristiche del cloud come flessibilità, scalabilità, facilità di utilizzo e prezzo conveniente aiuteranno ad incrementare la collaboration nel breve e lungo termine.

Il report IOTA è realizzato da AVIXA insieme ad Omdia (già IHS Markit), un’azienda di ricerca mondiale con competenze in un gran numero di mercati di supply chain di base, molti dei quali coincidono con i principali componenti del settore pro AV. Questa specializzazione fornisce connessioni con produttori, distributori, integratori e le maggiori aziende di end user che realizzano e fruiscono prodotti e soluzioni pro AV. Ciò si traduce in fonti di dati unite a dati chiave di macroeconomia per generare le previsioni mostrate.

Info: AVIXA

Vai alla barra degli strumenti