Illuminazione architetturale targata Claypaky per la Natività di Piazza San Pietro

In questo case study vediamo come la Natività in Piazza San Pietro sia stata illuminata dai proiettori architetturali Claypaky in occasione delle festività natalizie. La Città del Vaticano ha eccezionalmente allestito in Piazza San Pietro un Presepe originale e unico nel suo genere, con un dettaglio fondamentale: si tratta di un Presepe di Sabbia.

Il Presepe è stato donato dal Comune di Jesolo, che da 17 anni celebra il Natale attraverso la “Jesolo Sand Nativity”, rassegna di Presepi scolpiti nella sabbia da artisti provenienti da tutto il mondo. L’opera è stata realizzata da un team di artisti che hanno via via modellato il blocco di sabbia realizzando una vera e propria scultura tridimensionale. Il presepe è alloggiato all’interno di una struttura in alluminio con tende motorizzate che proteggono l’opera dalle intemperie.

L’architetto Carlo Tagliapietra ha valutato tutte le possibili soluzioni per illuminare l’opera con differenti tipologie di proiettori, orientandosi infine verso gli Odeon Flood della Claypaky, una società del Gruppo Osram, che grazie alla modalità di “luce bianca dinamica” avrebbero permesso di scegliere la luce che meglio si adatta al colore della scultura.

Odeon Flood è una linea completa di riflettori compatti prodotti da Claypaky per uso architetturale, disponibili in diverse unità ottiche (15°, 25°, e 35°) e finiture estetiche. Adottano la tecnologia OSRAM LED multi-chip ad alta potenza che garantisce un’eccellente miscelazione di colori e una regolazione elettronica della luminosità. Questi apparecchi sono lo strumento ideale per dare risalto a monumenti storici e artistici, a edifici pubblici e privati, ponti e strutture architettoniche, parchi e giardini. Il loro grado di protezione IP65 e IK09 e la loro temperatura di lavoro (da -25°Ca + 50°C) garantiscono lunga durata e affidabilità negli anni, anche in condizioni atmosferiche particolarmente avverse.

Per illuminare dall’alto il Presepe in Piazza S. Pietro sono stati usati 8 Odeon Flood nella versione Mini RGBW con ottica da 25° e un modello con ottica da 15° puntato sulla natività. Una regolazione accurata dell’intensità della luce e un preciso puntamento incrociato dei fari danno volume e profondità alla scultura.

Il progetto è stato sviluppato da OSRAM attraverso il suo brand Claypaky, supervisionato dall’architetto Carlo Tagliapietra con il supporto della Direzione Servizi Tecnici del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano. Il team creativo ha lavorato a lungo per ridurre le ombre prodotte dalla scultura tridimensionale sulle aree di bassorilievo.

In fase di programmazione, l’architetto Tagliapietra e Massimiliano Biava, capo progetto della Claypaky per la linea architetturale, hanno idealmente suddiviso l’opera in tre settori, mantenendo la temperatura colore costante al centro per la natività e utilizzando un bianco più caldo sul resto della scultura. Su un apposito sistema di controllo sono stati impostati cicli di illuminazione da 10 secondi l’uno di bianco dinamico da 3200 K a 4000 K. Riccardo Garbuio di Arcadia Digital ha fornito un prezioso supporto in fase di montaggio e programmazione dei prodotti.

Info: Claypaky

Vai alla barra degli strumenti