Case study: Gazprom sceglie Diamond Vision

mitsubishi gazprom - landscape

Il quartier generale di Gazprom a Noyabrsk in Siberia sceglie la rivoluzionaria tecnologia OLED Diamond Vision di Mitsubishi Electric per migliorare la comunicazione tra front office, personale e visitatori della struttura. L’Integratore Avilex ha utilizzato 112 moduli Diamond Vision OLED in una configurazione 14×8 per creare uno straordinario display dalle dimensioni di 5.4 metri x 3, con una risoluzione totale di 1792×1024 pixel. Le proprietà uniche della tecnologia OLED a matrice passiva di Mitsubishi Electric sono state fondamentali per superare alcune sfide significative dovute alle caratteristiche architettoniche dell’edificio. Situato al primo piano e illuminato da una luce naturale proveniente da un soffitto di vetro high-rise, lo schermo doveva avere caratteristiche di grande luminosità, estrema compattezza e leggerezza. Diamond Vision OLED ha risposto perfettamente a queste richieste rimanendo totalmente visibile anche in piena luce. I moduli OLED hanno uno spessore di pochi millimetri che li rende molto leggeri e facili da installare. Grazie, inoltre, a un sistema esclusivo sviluppato da Mitsubishi Electric i moduli possono essere montati in qualsiasi configurazione creando un’unica superficie seamless, risultando ideali per applicazioni di questo tipo. Lo schermo di Gazprom è pilotato dal controller XDC-6000E di Mitsubishi Electric e si avvale di un lettore multimediale di rete e di una workstation sviluppati da Avilex. L’intero sistema è stato progettato per essere facilmente utilizzato, consentendo all’utente di programmare i propri contenuti, dai video aziendali, agli annunci e ad altre informazioni. La schermo di Gazprom in Siberia è il più grande schermo OLED installato da Mitsubishi Electric, dopo il Giappone.

I dispositivi installati sono:

  • Diamond Vision OLED
  • Mitsubishi Electric XDC-6000E Screen Controller
  • Vbrick Media Player HD STB
  • HP Rack mount PC and workstation

Info: vis.mitsubishielectric.it

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti