Il Beamforming Microphone Array CT di ClearOne continua a stupire

Presentato per la prima volta a ISE 2019, il nuovo Beamforming CT di ClearOne, distribuito in Italia da Satnet, continua a stupire. 

Il nuovo Beamforming Microphone Array CT nasce per consentire installazioni semplici ed esteticamente di pregio nelle sale dotate di controsoffitto.

Grazie all’amplificatore integrato permette il collegamento e la gestione di una coppia di diffusori per la sonorizzazione della sala, semplificandone notevolmente il cablaggio.

Qui sotto le caratteristiche principali del Beamforming CT:

  • Minor risorse richieste al mixer DSP: la cancellazione d’eco, la riduzione di rumore e la selezione intelligente dell’area di ripresa sono integrate. Il microfono non impegna canali analogici o digitali del DSP utilizzando collegamento proprietario P-Link (esattamente come il Beamforming Microphone Array 2);
  • Amplificatore 2×10 Watt 8 ohm integrato: ogni microfono può amplificare localmente due diffusori;
  • Architettura semplificata con P-link: grazie al collegamento P-link proprietario di ClearOne su cavo CAT, è possibile trasmettere alimentazione, controllo e audio. Supporta inoltre il collegamento in cascata di fino a 6 unità per Mixer con la possibilità di includere in modo rapido ed efficace nell’architettura di sala anche Radiomicrofoni Dialog 20 ed Espansioni Converge Pro 2 USB e GPIO.

Sostituisce da 9 a 12 microfoni tradizionali: grazie al suo array di microfoni direzionali e alla tecnologia Adaptive Steering per la ripresa intelligente dell’audio il microfono è in grado di dividere la zona in 5/6 aree e selezionare automaticamente il livello perfetto per garantire un intelligibilità perfetta.

Nell’immagine qui sopra abbiamo un esempio di applicazione in cui un solo Converge Pro 2 gestisce tre differenti sale in ognuna delle quali sono installati un BMA CT ed altre unità di espansione sul bus P-link.

Info: ClearOneSatnet (distrib.)

Vai alla barra degli strumenti