L’illuminazione esterna del Piccolo Teatro Strehler con iGuzzini e CastagnaRavelli

Vi segnaliamo questo case study ad opera di iGuzzini e Studio CastagnaRavelli per il Piccolo Teatro Strehler, che torna a brillare grazie alla nuova illuminazione esterna del teatro.

Un’ora prima del debutto del “Giardino dei ciliegi” di Anton Cechov, diretto da Lev Dodin e prodotto dal Maly Teatr di San Pietroburgo, uno degli appuntamenti teatrali più attesi della stagione, è stata inaugurata la nuova illuminazione esterna del Teatro Strehler. Il progetto è stato donato al Piccolo Teatro di Milano, per i suo i settant’anni, dallo Studio Castagna Ravelli e realizzato con il contributo di iGuzzini Illuminazione.

prima

I volumi del teatro scomparivano dopo il tramonto. Il nuovo progetto illuminotecnico li fa riemergere dall’oscurità, valorizzandoli e facendoli riscoprire alla città in linea con il disegno originale di un teatro concepito come fabbrica.

dopo

Il nuovo impianto consente al teatro di beneficiare di un’illuminazione con apparecchi di ultima generazione interamente LED, consentendo un risparmio energetico intorno al 60%, oltre che una visuale più armonica e suggestiva. Una serie di barre LED illumina le facciate dell’ingresso con luce calda per accentuare il colore dei mattoni dell’edificio grazie a circa 70 corpi illuminanti Mini linea luce che permettono di ottenere una luce uniforme e perfettamente aderente all’edificio, facendone risaltare il perimetro.

Nei piani superiori gli apparecchi Platea Pro, appoggiati sui terrazzamenti, illuminano con luce calda le facciate in mattoni. Luce più fredda, invece, grazie agli apparecchi Micro iPro per illuminare i tetti, rivestiti di rame ossidato. L’intervento illuminotecnico ha coinvolto anche l’area del “sagrato”, con l’installazione di corpi illuminanti che creano un effetto luce e ombra fortemente scenografico.

“La nuova illuminazione del Teatro Strehler è un modo per restituire alla città il senso di uno spazio, recuperando lo spirito del progetto originario, ricollegandosi alla grande utopia concepita da Strehler e Zanuso, una ‘fabbrica del teatro’, fabbrica dei sogni e delle idee. La città vive di luoghi della memoria , ma anche di memoria dei luoghi, così quotidiani da essere ‘sconosciuti’, come il Chiostro di via Rovello, recuperato alla dimension e pubblica della città e la ‘fabbrica del teatro’ progettata da Marco Zanuso”, afferma Sergio Escobar, direttore del Piccolo Teatro di MilanoTeatro d’Europa.

“Il Piccolo Teatro compie settant’anni. E il nostro studio ha deciso di donargli il progetto di una nuova illuminazione per la principale delle sue sedi, il Teatro Strehler. In questo dono abbiamo coinvolto una delle aziende leader del mondo nel campo dell’illuminazione, la iGuzzini, che, con una sponsorizzazione tecnica, ha reso possibile l’operazione”, affermano Paolo Castagna e Gianni Ravelli, progettisti dello Studio CastagnaRavelli.

“Siamo orgogliosi di aver contribuito alla realizzazione di questo importante progetto culturale e sociale. Un intervento che riconferma il nostro impegno nel mettere a disposizione la cultura della luce e sistemi di illuminazione di ultima generazione per consentire alle persone di apprezzare al meglio un luogo così importante per la società” dice infine Paolo Guzzini, Vice Presidente di iGuzzini Illuminazione.

Info: iGuzzini IlluminazioneStudio CastagnaRavelli

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI!

You have Successfully Subscribed!

Vai alla barra degli strumenti