SIEC 2015, un evento di transizione per un mercato che cambia

Bastano probabilmente due percentuali per un bilancio, seppure estremamente sintetico, di SIEC 2015: 22 e 10 percento. Il 22 percento è la punta dell’iceberg di ciò che è stato fatto di positivo, perché è la crescita che la manifestazione ha registrato in quanto a visitatori. L’edizione 2015 ne ha contati 1.175 e un incremento dei partecipanti è comunque un ottimo segnale, in un periodo in cui qualsiasi evento fieristico non può certo dirsi in salute. Il 10 percento rappresenta invece ciò su cui è opportuno lavorare per la prossima edizione, dato che si tratta della percentuale di visitatori che erano gli operatori professionali: architetti, ingegneri, IT manager, facility manager e via dicendo.

siecbis

Questa percentuale deve crescere – lo confermano le intenzioni del SIEC per la prossima edizione, come ci racconta il presidente Carla Conca nella nostra intervista che potete vedere qui di seguito – ed è questo il secondo segnale importante che è venuto dal SIEC. È certamente vero che in qualsiasi settore di mercato le fiere stanno diventando più un momento di confronto e networking fra addetti ai lavori e meno un momento di vero incontro con gli utenti che cercano informazioni. D’altro canto però è altrettanto vero che il settore di cui il SIEC è espressione è ancora un caso un po’ a sé. Sta vivendo evoluzioni tali per cui informarsi solo attraverso i canali oggi prevalenti – quelli digitali – in molti casi non basta. Per chi progetta e chi realizza installazioni di qualsiasi genere serve il confronto diretto con chi produce dispositivi e anche con chi li integra: ci sono tecnologie nuove da conoscere, o almeno con cui familiarizzarsi, e approcci innovativi da assorbire.

Perché questa necessità di confronto? Il motivo è abbastanza evidente. A fronte di alcuni comparti relativamente solidi e stabili, come ad esempio l’audio, tutti gli altri che afferiscono al mondo dell’installazione (video, sicurezza, domotica, building automation, lighting per citare i principali) sono interessati da evoluzioni tecnologiche profonde e soprattutto da una convergenza che li renderà sempre più espressioni diverse di una stessa realtà digitale integrata. Per rendersene conto bastava fare un confronto indiretto con il CES di Las Vegas dell’inizio di gennaio: ovviamente il SIEC non è il CES, ma molte novità viste a Las Vegas non avrebbero affatto stonato anche tra gli stand della manifestazione milanese.

C’è uno tsunami (positivo) all’orizzonte. L’integrazione fra informatica e mondo audio/video/sicurezza è un dato di fatto e significa anche l’arrivo di vendor di grande peso che dall’IT hanno già messo piede in ambiti che forse si consideravano sino a oggi “al sicuro” perché piuttosto tecnici. Bene quindi ha fato il SIEC a organizzare diversi momenti formativi su temi che hanno spaziato da HDBaseT alla realtà aumentata passando per varie sfumature dell’home e building automation. Proprio il corso HDBaseT Installer Expert Program che si è tenuto il primo giorno della manifestazione ha dimostrato la necessità di formazione che ha il mercato, con il suo tutto esaurito ma anche con la netta percezione che la platea degli utenti/integratori sia molto meno preparata di quanto probabilmente non pensino gli stessi produttori.

In un momento di transizione è bene che anche gli operatori di settore possano guardare cosa fanno gli altri, un ragionamento che vale tanto per i vendor quanto per gli operatori di canale (integratori, distributori). Da questo punto di vista – oltre all’area espositiva con la sua trentina di stand – ha funzionato bene l’area della Live AV Experience, dove i quattro system integrator 3G Electronics, 3P Technologies, DOOH.IT e STS Engineering hanno mostrato loro case study realmente funzionanti. È un segnale importante per la manifestazione e i suoi visitatori perché il ruolo dei system integrator è destinato a crescere, come sempre accade quando il panorama tecnologico si fa più fluido e servono quindi competenze trasversali per mettere insieme i “mattoncini” – anche molto diversi fra loro – che servono per arrivare a una soluzione completa.

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI!

You have Successfully Subscribed!

Vai alla barra degli strumenti