Nuova Showroom LG nella sede di Milano, uno show di display mozzafiato

IntegrationMag era presente ieri, primo febbraio 2017, all’inaugurazione della nuova, nuovissima e visivamente “fantasmagorica” showroom LG che è stata realizzata all’interno della sede milanese della multinazionale che tutti conosciamo come uno dei top brand nel settore display e certamente il leader per ciò che riguarda lo stato dell’arte della tecnologia degli schermi, l’OLED.

L’evento, che si è tenuto nel corso della mattinata fino alle prime ore del pomeriggio, ha avuto inizio con una presentazione istituzionale del brand LG tenuta da Sergio Ceresa, Direttore della Divisione Information Display B2B di LG Electronics, durante la quale il top manager della casa coreana ha esposto l’outlook e il punto di vista dell’azienda sullo “stato dei lavori” delle tecnologie e sui record storici, stime attuali e previsioni future e futuribili dei molteplici mercati verticali dei display, una serie piuttosto ampia di settori professionali e B2B di cui LG fornisce soluzioni indubbiamente e massimamente innovative e solide dal punto di vista qualitativo e di progettazione.

Bisogna anche dire che nessuno, ci possiamo permettere di credere, possa mai aver messo in dubbio il posizionamento top di LG, nei contesti business to business, per le proprie caratteristiche qualitative e la propria reputation di key player del mercato (non solo display e non solo B2B), ma certamente la spettacolarità della showroom, la cura e valorizzazione del design dei prodotti stessi e il valore aggiunto che proprio i prodotti conferiscono al design degli ambienti in cui sono installati non fanno altro che mettere il sigillo di qualità all’eccellenza del nome e della qualità che LG si è costruito in tanti anni di presenza e leadership.

Non a caso la showroom è stata disegnata e progettata riproducendo i vari contesti installativi tipici in cui le linee di prodotto LG possono essere inserite: dal digital signage, al signage in-store nel retail, all’hospitality e ristorazione, transportation e così via. La showroom ospita anche un’ampia area dedicata alle linee di prodotto consumer, agli smart TV e OLED TV, e altre gamme di prodotto non necessariamente legate all’AV professionale. Anche questa grande sezione espositiva è di grande impatto ma non possiamo nascondere che entrando nell’area B2B la nostra attenzione è stata rapita, se non sequestrata, dalle soluzioni in mostra e dalle suggestioni e ispirazioni delle tante possibili installazioni innovative e d’eccellenza che queste ambientazioni riprodotte sanno infondere.

Un’area a parte è stata dedicata agli schermi OLED, potremmo definirla una stanza delle meraviglie, dei colori, dei neri e del design. Sugli OLED e sulle prospettive d’impiego nei moltissimi campi installativi di cui gli OLED possono rappresentare la scelta top e in cui possono suscitare il cosiddetto effetto “WOW” (e in effetti così tutti abbiamo detto), servirebbe e meriterebbe scrivere una serie esaustiva di contenuti. Questa tecnologia si presta ad essere raccontata e promossa più nel dettaglio proprio per il significato e il valore intrinseci di innovazione che si porta dietro e perché stiamo parlando di una tecnologia che con tutta probabilità guiderà il futuro e i mercati, ridisegnerà progetti e prospettive e inventerà nuove forme, design e suggestioni visuali.

Non è questo il momento e l’articolo per addentrarci nel mondo OLED ma certamente è giunta l’ora di cominciare (o continuare) a parlarne più approfonditamente e seriamente.

In questo senso, la prima occasione di parlare di OLED – e non solo – in maniera più esaustiva e dedicata sarà l’intervista che il Direttore della divisione Display B2B Sergio Ceresa ci ha concesso al termine della inaugurazione e che pubblicheremo più avanti, ma ci auguriamo di avere occasione di rinnovare a breve gli approfondimenti e gli appuntamenti editoriali sugli OLED e sulla davvero ricca gamma di soluzioni pensate per un’ampia gamma di mercati verticali. Certamente l’ISE, ormai alle porte (anzi, sta suonando al campanello), sarà la prima occasione utile per parlare di nuovo di OLED, pur se in un contesto, quello di questa manifestazione fieristica, che non potrà dare lo spazio sufficientemente approfondito che queste tecnologie, sistemi e soluzioni meriterebbero.

Sviscerando velocemente mercati e prodotti, possiamo citare l’area hospitality in cui erano esposti e messi in funzione (come d’altra parte tutti i prodotti della showroom) due sistemi di smart TV ProCentric V, la cui peculiarità è quella di consentire all’hotel o facility manager di inviare all’ospite servizi o informazioni relative all’albergo come ad esempio menu, eventi, attività ricreative o sportive, news, eccetera.

Anche le soluzioni interattive non potevano mancare nella showroom LG. Qui abbiamo trovato un display touch interattivo UHD 84TR3B da 84″, dotato di software di gestione lavagna, in grado di gestire fino a 10 tocchi simultanei sul pannello display e in grado di gestire il tocco anche sulla scocca touch in cui era montato.

Nella sezione della showroom che riproduce contesti di ristorazione erano invece installati 2 display da 49″ della serie SM5C, estremamente luminosi e pensati per l’uso h24 che questi contesti normalmente richiedono. Degna di nota è la sincronizzazione dei contenuti differenti dei 2 display. Ristorazione fa subito pensare agli elettrodomestici della cucina, anche se l’area ristorazione rappresentata nella showroom non è certamente di tipo residenziale; il frigorifero ibrido Smart Hybrid Cooler 49WEC, che abbiamo già avuto occasione di ammirare l’anno scorso ad ISE, dava ulteriori suggestioni visuali grazie all’anta di apertura che incorpora un display trasparente e un sensore di prossimità che regola la visibilità del contenuto del frigorifero quando qualcuno è nelle immediate vicinanze.

Un’altra installazione impressionante è quella dell’area videowall in cui sono installati 4 display 55VH7B, con cornice (bezel) ultra-sottile da 0,9mm simmetrica su tutti e 4 i lati (quindi una somma di 1,8mm con i due bezel adiacenti). Già questo dettaglio è degno di nota poiché lo spessore minimo e soprattutto simmetrico su tutti e quattro i lati consente configurazioni videowall fuori standard perfettamente allineate e geometricamente perfette. Altra particolarità degna di considerazione è che due dei 4 display avevano superficie display opaca, perfetta per gli studi broadcast, in grado di ridurre le problematiche tipiche legate ai riflessi luminosi, e due con finitura standard del vetro.

L’area retail è una zona sicuramente ricca di suggestioni installative e di formati dei display in grado di impreziosire qualsiasi contesto commerciale. In particolare vogliamo menzionare il modello Ultra Stretch 86BH7C, estremamente stretto nel suoi lati più corto e molto lungo sugli altri due lati, in grado di creare conformazioni a colonna dal sicuro grande impatto estetico, ma anche il Mirror Display 49MS75A in grado di operare sia come specchio che come display. Una gamma di prodotti davvero ampia per un’applicazione specifica in cui sono installati anche display che vanno dal 10″ ad un imponente 98″, display ad altissima luminosità per usi in ambienti estremamente illuminati come le vetrine e totem display ancora più luminosi per usi in esterni.

Concludiamo questa veloce ma intensa carrellata di prodotti e di scenari installativi con l’area OLED, una tecnologia che senza ombra di dubbio è meglio vederla che leggerla, ma che vi consigliamo caldamente di seguire con attenzione e con interesse di approfondimento.

Come dicevamo, il capitolo OLED richiederebbe davvero un “capitolo” a parte, ad ogni modo ci basta accennare agli schermi Dual View, ossia a doppia faccia ma con uno spessore ridotto al minimo immaginabile, sia in conformazione piatta che curva, alla grande installazione in cui una serie di 8 display curvi combinati insieme formano una sinuosa successione di morbide curve che produce immagini 4K considerevolmente spettacolari e profonde, e infine il modello Wallpaper da 55″ ultra sottile – e per ultra sottile intendiamo soli 4mm di spessore del display e staffa!!

Insomma, un grande ed eterogeneo mondo visual tutto da approfondire, da vedere e ammirare; un mondo in cui forme, curve e linee rette e sottili, luce, colori, trasparenze, contenuti, soluzioni pratiche e di design raffinato si fondono in un’esperienza visuale senza o con pochi, pochissimi, confronti possibili.

Se non avete la possibilità di visitare lo showroom LG (non propriamente aperto al pubblico) potrete sicuramente apprezzare di persona il parco di soluzioni LG all’ISE 2017. Ad ogni modo sia che possiate visitare la showroom di Milano o che possiate visitare lo stand LG all’ISE, o entrambi o nessuno di questi casi, in ogni caso c’è sempre IntegrationMag che vi terrà tecnologicamente informati!

Info: LG

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI!

You have Successfully Subscribed!

Vai alla barra degli strumenti