Powersoft ricrea le sensazioni sismiche per la mostra interattiva del centro Lava in Islanda

Il nuovo Centro LAVA nella città islandese di Hvolsvöllur, 106 km a est di Reykjavik, è una mostra educativa interattiva ad alta tecnologia che descrive attività vulcanica e terremoti e traccia la creazione dell’Islanda per milioni di anni.

L’idea che ha dato origine al Centro è nata quando uno dei fondatori e proprietari della struttura è rimasto bloccato in Florida nel 2010 a seguito della cancellazione di tutti i voli sull’Oceano Atlantico (e in gran parte dell’Europa) quando il vulcano islandese Eyjafjallajökull ha eruttato nell’aprile 2010.

La location è stata scelta perché si trova nel cuore di alcuni dei principali vulcani islandesi e consente di vedere cinque dei vulcani più iconici del paese.

Il LAVA Center occupa 2.500 mq ed è stato quindi progettato e realizzato come uno spettacolo completamente immersivo. La progettazione, la preparazione, l’integrazione e la messa a punto di tutte le apparecchiature AV per i nove ambienti principali hanno richiesto quasi un anno.

Ferisehf è stato responsabile di tutti i sistemi audio, video, di rete, CCTV, UPS, nonché di un impressionante design e integrazione RGB LED Neopixel. La società è stata anche responsabile dell’intero controllo degli spettacoli, nonché dell’illuminazione AV e delle apparecchiature a LED.

Lo stesso equipaggiamento AV include 14 amplificatori Powersoft con DSP integrati che forniscono una centrale elettrica economica per pilotare i 72 canali zonali a soffitto e a montaggio superficiale, il tutto in uno dei quattro rack nella sala tecnica centralizzata. Questi modelli comprendono Powersoft Ottocanali 1204 DSP + ETH, Quattrocanali 4804 DSP + D (per Dante) e Quattrocanali 2404 DSP + D, mentre per creare il realismo sonico di un terremoto è stato necessario implementare il potente e unico M-Force Magnetic Linear.

Allo stesso tempo, Powersoft è stato scelto per le sue credenziali ecologiche e la massiccia riduzione delle emissioni di CO2, mentre Feris ha capito che nello specificare gli amplificatori multicanale di Powersoft per gestire la complessa gamma di diffusori otterrebbe una radicale riduzione degli immobili e della potenza.

Ma c’erano altri vantaggi nello scegliere l’opzione Powersoft che avrebbe portato l’interattività dei visitatori e il realismo vulcanico ad un nuovo livello e allo stesso tempo raggiungere nuovi standard nella tecnologia immersiva. Per ottenere un’integrazione audio completa, hanno creato l’interoperabilità tra diverse piattaforme tramite plug-in e fornito uno sguardo al futuro per gli integratori interdisciplinari lungimiranti.

Allo stesso tempo, i progettisti di Feris Jakob Kristinsson e Bergthor Leifsson sapevano che la sola M-Force di Powersoft avrebbe fornito la capacità di simulare un vulcano in eruzione, con due amplificatori M-Drive che alimentano due trasduttori a motore mobile a magneti mobili da 15 kW M per imitare un terremoto di scala 3.7 Richter,. Il loro scopo è quello di “spostare” un pavimento di 150 cm per 300 cm in entrambi gli assi X / Y ed è la prima volta che M-Force è stato utilizzato per ricreare un movimento meccanico.

Secondo Francesco Fanicchi di Powersoft, l’uso dei plugin Powersoft ha contribuito a produrre una soluzione più intelligente. “Con DSP onboard, l’interoperabilità creata tramite MediaMatrix e Presonus USB plug-in, networking e controllo remoto, gli amplificatori sono stati convertiti in controller intelligenti del futuro. Ciò ha un grande impatto sugli integratori coinvolti in più discipline come audio, video, cablaggio ETH, distribuzione di energia e fornitura di UPS, il che significa che il futuro diventa molto più semplice. Inoltre, il basso consumo energetico, la bassa manutenzione, un lungo ciclo di vita e le funzionalità di rete offrono enormi vantaggi in termini di costi e risparmio di tempo sia per gli integratori che per gli operatori e rendono estremamente interessante il costo di proprietà. “

Ci sono 15 zone audio multi-canale in uso al LAVA Center, che si trova in 10 stanze / spazi, incluso uno esterno – controllati dalle schede audio MediaMatrix e Presonus. Questo include 80 diffusori Audac, 13 subwoofer Audac, due subwoofer Danley, 3 pannelli piatti Panphonics nel soffitto per audio spot, 8 altoparlanti OnePoint Audio, uno schermo Stewart Filmscreen Phantom HALR 632 x 360 cm accoppiato con un sistema surround 7.1 da PC Scheda audio Asus 7.1, tramite Peavey MediaMatrix NION n3, per il cinema.

Nel cinema, l’audio è controllato da Peavey MediaMatrix NION n3 tramite l’amplificazione Powersoft alla configurazione dei diffusori 7.1, utilizzando i diffusori OnePoint Audio e un subwoofer Danley TH212I.

“Ci sono state diverse sfide nel design e nella specifica degli amplificatori e nella selezione degli altoparlanti giusti”, ha affermato Kristinsson. “Gli amplificatori Powersoft erano già stati installati quando i file audio iniziarono a essere disponibili. Questo dilemma abbiamo risolto scegliendo diffusori e amplificatori attentamente “abbastanza grandi”. Per lo più l’audio viene riprodotto dai computer “di contenuto”, gli stessi che trasmettono il segnale dell’immagine oi programmi per i LED Neopixel. “

Gli amplificatori Powersoft DSP + ETH sono utilizzati esclusivamente per l’amplificazione al LAVA Center. Secondo l’installatore, sono stati scelti semplicemente per l’eccezionale qualità, l’ingombro ridotto, l’efficienza energetica, le capacità di rete e il software di controllo / monitoraggio remoto Armonía.

Due aspetti dell’audio design sono particolarmente degni di attenzione, ha continuato Kristinsson. “Nella Room 00, Eruptions in Iceland, abbiamo installato otto diffusori Audac vicino al soffitto sopra la parete dei LED, divisi lungo il corridoio. Quando gli ospiti entrano nel corridoio, un sensore PIR rileva e invia un messaggio dal PLC via LAN al computer che esegue i LED. Il computer fa due cose; produce un’onda di luce che si muove lungo il muro nella stanza e fa altrettanto con l’audio, inviando otto canali di segnale audio, tramite la scheda audio USB a 8 canali Presonus, utilizzando otto canali di amplificatori Powersoft, producendo così un’onda sonora per segui l’onda di luce.”.

 

Oltre alla prestazioni degli amplificatori, la scelta di utilizzare amplificatori Powersoft è stata confermata dalle loro credenziali ecologiche, “probabilmente sono gli amplificatori più efficienti sul mercato sul mercato”, ha detto Jakob Kristinsson. “La conservazione dell’energia è sempre stata parte integrante del DNA di Powersoft. E poiché gli amplificatori Powersoft offrono il miglior rapporto potenza / dimensione, sono necessari meno amplificatori (con impronte più piccole) per far funzionare lo stesso sistema PA, che ha un impatto diretto sulle emissioni di CO2 “.

Info: PowersoftAudiosales (distributore)

Vai alla barra degli strumenti