Cyber Security e video analisi, i temi caldi del Panasonic Roadshow Security Solutions 2017

Il Panasonic Roadshow Security Solutions 2017 si è tenuto in due date, quella del 25 ottobre presso la sede Panasonic Italia di Milano e quella del 26 ottobre presso il BES Hotel di Bergamo. Noi di IntegrationMag abbiamo avuto il piacere di presenziare alla prima delle due date, durante la quale abbiamo avuto la possibilità di assistere alla presentazione delle più recenti soluzioni di videosorveglianza professionale.

Antonella Sciortino, Field Marketing Manager PRO Camera Solutions, e Massimo Grassi, Security System Sales Engineer, ci hanno mostrato le soluzioni di sicurezza più all’avanguardia e di qualità per le quali Panasonic è rinomata. In particolare, ultimamente Panasonic ha massimizzato i suoi sforzi sui fronti caldi della Cyber Security e della video analisi al servizio del marketing senza lasciare in secondo piano la componente hardware con le ultime telecamere pressoché indistruttibili e resistenti a qualsiasi condizione ambientale.

Non a caso, nello spazio dedicato al Roadshow Security Solutions, un’ampia area è stata dedicata alla piattaforma Secure Communication, una tecnologia di sicurezza per le telecamere IP che riunisce varie funzionalità di protezione dei dati, come la crittografia e la verifica delle informazioni e delle comunicazioni IP. Questo consente di garantire massima integrità del materiale video e dei dati acquisiti dai flussi video IP.Per fare un esempio pratico, se da una parte, l’installazione di telecamere IP attribuisce una maggiore sicurezza ad un determinato luogo, dall’altra le immagini acquisite dalle telecamere, essendo queste connesse e controllate in remoto attraverso la rete, possono essere alla portata di qualsiasi malintenzionato. Per questo la soluzione Secure Communication risulta una soluzione eccellente per molteplici ragioni legate alla sicurezza dei sistemi di comunicazione. Innanzitutto il sistema non possiede delle credenziali d’accesso di default dalla fabbrica, garantisce crittografia firmata Symantec pre-installata sulle telecamere, infine utilizza registratori con un sistema operativo proprietario che garantisce la massima affidabilità e la totale sicurezza, non essendo soggetto al rischio legato a virus informatici.

Un’altra importante novità che esprime ulteriore validità alla qualità e affidabilità dei sistemi di videosorveglianza di Panasonic è rappresentata dal Clear Sight Coating, uno speciale rivestimento progettato per la videosorveglianza di aree urbane, come stazioni, aeroporti, strade e porti, che permette la massima integrità e pulizia della cupola della telecamera.Per questo particolare genere di impieghi è preferibile che le telecamere utilizzate siano ad alta o ad altissima risoluzione, come la 4K WV-SFV781L. Ma quando gli agenti atmosferici interferiscono con la visuale, non c’è alta risoluzione che tenga. Per questo il rivestimento Clear Sight di Panasonic diventa la soluzione definitiva, perché permette che pioggia e polvere non interferiscano con le immagini riprese. Il nuovo rivestimento, differente dal precedente Rain-Wash Coating, è stato sviluppato con un nuovo materiale dallo spessore aumentato che garantisce una maggiore adesione al substrato della cupola della telecamera. Tutte le nuove telecamere H.265 da esterno PTZ, Dome e Bullet di Panasonic, sono ora dotate di questa tecnologia Clear Sight di rivestimento sulla copertura degli obiettivi, contribuendo ad aumentare la qualità dell’immagine grazie alla migliore resistenza alla sporcizia, ma anche a ridurre i costi operativi e di manutenzione.

WV-SFV781L
La WV-SFV781L è una telecamera PTZ 4K con sensore da 12MP (@15fps o 8MP @30fps ) da 1/1,7″ su ottica grandangolare. Oltre al rivestimento Clear Sight la telecamere offre infrarossi LED intelligente per la massima visibilità sia nell’operatività diurna che notturna (0,3lx a colori e 0,03 in b/n). L’ottica offre un campo visivo che va da 17° a 96° in 16:9 o da 17,0° a 100° in 4:3. La WV-SFV781L è certificata IP66, NEMA4x e IK10 per la resistenza agli impatti e per impieghi in condizioni ambientali avverse. La macchina comprime in H.264 e JPEG con flussi multipli per trasmissione e registrazione in alta definizione ed è dotata della tecnologia proprietaria VIQS VIQS (Variable Image Quality on Specified area) che permette di individuare fino a otto aree cui destinare la massima qualità dell’immagine a discapito di aree di minore interesse in modo da ridurre bitrate e dimensione dei file registrati.

A proposito di H.265 Panasonic ha inoltre sviluppato una nuova telecamera PTZ, H.265, ottimizzata per la sorveglianza di ambienti esterni, la WV-X6531N. Questa telecamera di rete dome PTZ è stata equipaggiata di una tecnologia di stabilizzazione delle immagini che consente di produrre un video stabilizzato riducendo al minimo le vibrazioni, anche con zoom al massimo dell’ingrandimento possibile. Questo permette l’installazione di queste nuove telecamere anche in contesti di forte vento, o dove comunque gli eventi atmosferici potrebbero compromettere con le riprese. La tecnologia i.A. di stabilizzazione intelligente dello zoom, risolve il problema mediante la combinazione di due metodi: un sistema che rileva le vibrazioni fisiche della camera e corregge la vibrazione all’interno dell’immagine e la tecnologia che rileva la vibrazione all’interno dell’immagine stessa, correggendola.In altre parole, la minima vibrazione, che normalmente non potrebbe essere perfettamente corretta con rilevamento giroscopico, viene ora integrata dalla rilevazione del movimento all’interno dell’immagine e quindi corretta, per ottenere un’immagine perfettamente stabile.

WV-X6531N
La WV-X6531N è una PTZ FullHD @60fps decisamente progettate per applicazioni in esterna. Una IP66, IK10, con rivestimento Clear Sight, deumidificatore elettrico, resistenza “ultra” a temperature estreme (da -50 a +60 °C) e meccanica motorizzata di alta affidabilità e durata d’uso. Nell’uso urbano e veicolare la sensibilità dinamica fino a 144DB “super Dnamic” consente riprese chiare anche in condizioni di contro-illuminazione data dai fari di vetture e illuminazione stradale e per le aree meno illuminate. Per gli usi in contesti del controllo del traffico e viabilità la tecnologia Vehicle Incident Detection rileva automaticamente incidenti, veicoli fermi o che procedono in contromano inviando alert agli operatori della centrale di controllo. Questa importante risorsa tecnologica di analisi video è onboard sulla telecamera e non richiede device o server esterni. Compressione H.265 e tecnologia Smart Coding con Auto VIQS permettono la massima efficienza di trasmissione e storage versus qualità superiore delle immagini. La sensibilità luminosa considerevole consente riprese utili in condizioni di scarsa luminosità fino a 0,001lx.

La gamma di soluzioni di sicurezza Panasonic ha raggiunto un livello di completezza estremamente elevato, in grado di far fronte ad una richiesta sociale di mercato sempre più pressante e diversificata. La continua ricerca dell’azienda giapponese si spinge oltre la videosorveglianza fornendo una varietà di tecnologie e funzioni intelligenti e capaci di integrarsi perfettamente tra di loro, creando sistemi di sicurezza completi, affidabili e convenienti.

Un esempio particolarmente interessante di integrazione tra sistemi – per ragioni di mercato e di strategia delle soluzioni che Panasonic può offrire – è dato dal test che l’azienda sta svolgendo proprio in questo periodo per lo sviluppo dell’interazione tra i sistemi di videosorveglianza, i sistemi di condizionamento Panasonic e l’interfaccia domotica Crestron RMC3. Questo sistema interconnesso – presente e funzionante nella sala in cui si è tenuto il Roadshow Security – permette di automatizzare la gestione della temperatura dei condizionatori sulla base della rilevazione presenze delle persone realizzata dalle telecamere di sicurezza di Panasonic.

Più concreta e rodata invece è l’offerta di Panasonic per l’ambito retail con Facial Recognition, un software che interagisce con i sistemi di videosorveglianza, attraverso il quale la gestione dello store può unire rilevazioni statistiche di marketing alle applicazioni di videosorveglianza. Sfruttando le capacità del software, come il conteggio delle persone e la mappatura termica, è possibile rilevare il maggiore o minore interesse da parte dei clienti e quindi fare le necessarie analisi e contromisure commerciali e di marketing. Nella sezione degli analytics l’utente ha la possibilità di analizzare statistiche e target, come età e sesso dei visitatori.Alla luce di una tale poliedrica offerta, le soluzioni Panasonic vanno oltre le comuni aspettative confinate a un singolo prodotto o sistema ma possono creare o essere ricondotte a ecosistemi di ampia portata e utilità, dando risposte reali ai temi più concreti e sensibili dei giorni d’oggi.

Info: Panasonic

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI!

You have Successfully Subscribed!

Vai alla barra degli strumenti