Panasonic Pro Camera @ISE2018 | telecamere, streaming e controllo per eventi e rental

Per ciò che riguarda la divisione Pro Camera, Panasonic ha dimostrato tutta la propria rinomata esperienza e tecnologia, ma anche le importanti partnership tecnologiche ed ad alto valore aggiunto (e vedremo perché), all’interno dello stand e dello spettacolo di videoproiezione olografica rappresentato all’interno dello stand Panasonic, in prossimità dell’ingresso al padiglione 1 della fiera.

Qui abbiamo visto le telecamere ammiraglie della serie VariCam, aggiornate alla versione firmware 6.0. In particolare la nuova VariCamLT, una compatta a spallaccio 4K con sensore MOS Super 35mm, rappresentava forse la punta di diamante per ciò che riguarda l’offerta di telecamere VariCam presenti allo stand. Questo gioiello, compatto e leggero, offre immagini 4K con un’ampia gamma colore di più di 14 stop, una gestione avanzata degli ISO per restituire immagini vivide e con rumorisità al minimo e una gamma che supera gli standard HDR BT2020. La telecamera nasce per il cinema e per la produzione, ma è anche una soluzione straordinaria per gli eventi live e conference di alto livello, l’education, eccetera.

Insieme alla VariCamLT, la nuovissima AK-UC4000 è un’altra ammiraglia presente allo stand. Con il supporto HDR variabile, trasporti per lunghe distanze su fibra ottica, trasmissione over IP e un 4K nativo con connessioni 12G-SDI, questa telecamera da studio è ideale anche per eventi live e sportivi, eventi aziendali e conference.

Un’altra telecamera 4K presentata ad ISE è la AK-UB300, che ci dà l’opportunità di introdurre le partnership di cui parleremo qui sotto. La AK-UB300 è una 4K perfetta per le riprese gestite da remoto, con controllo via LAN e trasmissione su IP.

Proprio la AK-UB300 è stata utilizzata per mostrare la partnership con Movicom, sulla cui testa pan-tilt RobyHead D1 era montata per remotarne il movimento. La Movicom RobyHead D1 consente infatti di remotare il pan e il tilt attraverso i controlli camera Panasonic AW-RP50 e AW-RP120. Questa soluzione può essere utilizzata anche in appendimento, gestisce anche l’alimentazione della telecamera e viene controllata via LAN, semplificando così l’installazione e il cablaggio.

Un nuovo prodotto davvero molto interessante è la nuova di consolle di streaming live AV AV-HLC100, una soluzione perfetta per controllare le telecamere con protocollo NDI e per gestire i contenuti Live. L’unità combina uno switcher M/E, un controller PTZ con joystick per il pan-tilt-zoom, un mixer audio e un encoder NDITM e RTMP per la trasmissione in streaming diretta 1080p59.94 e p50 con crossconverter integrato tra il 1080 e il 720. Il sistema consente di gestire via IP le telecamere PTZ, acquisendole in 3G-SDI o via IP (con le PTZ Panasonic), di uscire con un program e un’uscita interfaccia (nella foto sotto) oltre che con un’uscita in 3G SDI e in LAN per lo streaming. La selezione degli 8 ingressi in PGM/PVW, la T-bar, il grilletto di zoom, joystick e il controllo di fuoco, il display integrato, il pannello lineare e intuivito, insieme al controllo via mouse e tastiera, ne fanno una regia di produzione e streaming “one-man-event”!

Naturalmente non potevamo mancare di parlare delle telecamere PTZ Panasonic che erano presenti allo stand. Le prime che vogliamo citare sono la nuova AW-HN130 e la AW-HN38, due Full HD con supporto NDI|HX e PoE+. Per chi non lo conoscesse il Network Device Interface (NDI) è un protocollo libero sviluppato da NewTek per la trasmissione ad alta qualità e bassa latenza con una particolare attenzione alla precisione di trasmissione al singolo frame. La variante HX, anziché utilizzare il codec NDI nativo impiega il codec NDI XH conforme all’H.264 e offre un’occupazione di banda più contenuta.

La AW-HN130 esce in 3G-SDI e in IP per lo streaming in HD e, grazie allo standard PoE+, consente di essere alimentata, controllata e di inviare il flusso video IP con un singolo cavo categoria.

Erano presenti anche la Full HD per esterni IP65 AW-HR140 e la nuova PTZ 4Kp25 AW-UN70, delle quali abbiamo già avuto occasione di parlare in altri articoli e news.

Un’importante collaborazione è stata consolidata con Tecnopoint, azienda della provincia di Varese, con la quale le telecamere PTZ Panasonic vengono controllate e motorizzate sui sistemi di binari e dolly di Tecnopoint e con i movimenti di pan, tilt e zoom propri di queste telecamere. La soluzione sviluppata da Tecnopoint Tuning combina dunque le carrellate dei dolly su binari e i movimenti fluidi PTZ con i quali è possibile effettuare riprese di grande effetto e totalmente automatizzate per eventi e produzioni. Il software sviluppato da Tecnopoint, Tuning S, consente di gestire fino a 10 telecamere brandeggiate e di impostare preset di movimento e posizione e di richiamarle con la massima semplicità e precisione. I binari possono raggiungere lunghezze fino a 20mt e assumere qualsiasi forma e curvatura, inoltre possono essere montati sia a terra sia a soffitto.

Ad ISE Panasonic ha presentato infine i controlli camera AW-RP50, un’unità compatta e semplice che consente di controllare fino a 100 telecamere via IP e 5 via seriale, il modello superiore AW-RP120, e i pannelli operatori AW-HRP1000AW-HRP1005.

Info: Panasonic

Vai alla barra degli strumenti