IFSEC 2017, Panasonic presenta la piattaforma Secure Communication per i sistemi di videosorveglianza IP

Per fronteggiare l’aumento degli attacchi alla sicurezza delle infrastrutture di rete, Panasonic ha sviluppato una serie di tecnologie affidabili per la protezione dei dati nelle proprie soluzioni di videosorveglianza.

Panasonic vanta una piattaforma tecnologica, conosciuta sotto il nome di Secure Communication e compatibile con i sistemi telecamera di videosorveglianza IP della gamma security, che comprende una serie di specifiche avanzate di protezione dei dati, progettate per impedire la manomissione e l’alterazione di video, nonché altre attività illecite quali lo spoofing (i dati falsi) e lo snooping (il furto di password). Fra le numerose funzionalità per la protezione dei dati incluse, il sistema offre la crittografia e la verifica delle comunicazioni IP e delle informazioni, garantendo la totale sicurezza nella trasmissione e nei flussi di streaming video IP all’interno di reti Panasonic. Grazie a questo sistema, disponibile sulle telecamere della gamma iPro Extreme ed Elite di Panasonic, tutti i contenuti vengono completamente protetti da crittografia, al pari dei dati e delle informazioni trasmesse da un dispositivo all’altro all’interno della rete. Secure Communication è retrocompatibile con le telecamere delle serie 5 e 6.

WV-X6531N della gamma Elite

A garanzia del valore legale delle registrazioni, inoltre, il sistema utilizza i certificati Symantec Managed PKI, combinando una tecnologia crittografica avanzata con una tecnologia di rilevamento di eventuali alterazioni apportate alle immagini.

Gerard Figols, European Product Marketing Manager, commenta: “Panasonic ha deciso di condividere, creandone valore aggiunto, la propria lunga esperienza nei sistemi di videosorveglianza a quella del fornitore leader al mondo nei Certificati SSL, imponendo un nuovo standard nel settore in termini di protezione dei sistemi.”

“Dai più recenti episodi di pirateria informatica abbiamo notato, infatti, che i dispositivi abilitati all’IoT sono assai vulnerabili. Le telecamere di sicurezza, concepite per proteggerci al lavoro e a casa, dovrebbero in realtà essere tutt’altro che una porta aperta per gli hacker intenti a trarre vantaggio dalle falle di vulnerabilità dei sistemi connessi”.

Info: Panasonic

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI!

You have Successfully Subscribed!

Vai alla barra degli strumenti