DSP, amplificatori multicanale, room scheduling, diffusori audio, virtual switcher: tutte le novità di Crestron da InfoComm

Crestron ha presentato ad InfoComm 2017 i nuovi DSP e amplificatori multi canali Avia insieme al software Avia Audio Tool.

Pensati per contesti enterprise la nuova serie Avia consente un’estrema flessibilità di configurazione e gestione attraverso i DSP, controllo attraverso i touch screen Crestron, correzioni acustiche grazie ad analizzatori di spettro e configurazioni dei diffusori sulla base di profili e preset, integrazione ed espansione grazie a una distribuzione aperta via Dante, VoIP, POTS e USB.

Crestron inoltre sta presentando i nuovi amplificatori modulari AMP-1200 (1x200W) e AMP-2100 (2x100W), estremamente compatti (1/2 o 1/4 rack a seconda dei modelli) e montabili a rack da 1 unità o ad installazione libera o a pannello. Le unità sono dotati di alimentazione interna con connettore IEC consentendo di evitare alimentatori esterni e cablaggi di alimentazioni complessi. I modelli offrono un’ampia gamma di potenze, dai 25W per canale ai 200W, impedenze da 4 o 8 Ohm, 70V o 100V, su 1 o 2 canali audio.

Le novità audio di Crestron non si fermano qui ma anzi si arricchiscono di nuovi diffusori audio da 6″ coassiali, 12″ e 15″ e addirittura un sub con doppio 18″, la serie Vector. I Vector sono progettati per creare una perfetta combinazione con i DSP Avia e il software Avia Audio Tool

Infine segnaliamo i nuovi display touch per room scheluding della serie TSW x60 in grado di interfacciarsi con le più diffuse piattaforme di calendari enterprise e con le insegne luminose SSW Room Availability Hallway Sign (SSW) per ottimizzare il processo di prenotazione e verifica disponibilità delle sale libere ovunque all’interno della struttura o direttamente nella sala meeting attraverso gli schermi tabletop Crestron Mercury, le engine DGE-100 o DM-DGE-200-C o attraverso la app Crestron PinPoint.

Le nuove insegne luminose connesse SSW dànno un’immediata e chiara visione delle sale meeting libere o occupate, mentre la nuova serie di touch screen TSW x60 completa e massimizza tutte le funzionalità e le utility di room booking senza l’ausilio di software o computer. I TSW x60 si integrano e connettono direttamente alle piattaforme di Microsoft Exchange, G Suite e Office 365. Le insegne SSW si collegano ai TSW mediante cavo USB da 3mt. L’integrazione dell’interfaccia utente può essere realizzata in HTML 5 in modo da permettere al system integrator una programmazione e creazione di temi, sfondi animati e un’interattività elevata a favore dell’utente finale.

Ad InfoComm Crestron rinnova la presentazione del sistema di Unified Communication & Collaboration Crestron Mercury, un sistema di comunicazione VoIP estremamente avanzato, compatibile con i principali sistemi SIP ed offre una grande versatilità e funzionalità per il conferencing in un singolo device. L’unità si presenta come un device table-top (o desktop che dir si voglia) dal design raffinato e moderno, dotato di un touch screen a colori e ad alta definizione.

Il sistema è in grado di mettere in comunicazione persone, condividere contenuti, trasmettere e ricevere audio in Full-Duplex e video in alta definizione attraverso un hardware compatto ed estremamente affidabile che consente di evitare l’uso – e il rischio, qualche volta – di computer e dei comuni software di comunicazione. Mercury inoltre incorpora funzionalità di calendarizzazione e prenotazione sala e di una rubrica interna e gestita.

Mercury è collegabile ai device personali come smarphone e tablet via bluetooth. In alternativa è possibile collegarlo a computer via USB per utilizzare la versatilità e la qualità audio del Mercury nei sistemi di comunicazione software installati sul PC come Skype for Business, GotoMeeting, Slack o WebEx.

E’ inoltre possibile collegare un display all’uscita HDMI del Mercury per trasmettere e condividere presentazioni eseguite da un PC o anche attraverso il sistema integrato di connettività wireless AirMedia per collegare notebook, smartphone o tablet attraverso il WiFi locale o via LAN. Mercury è anche in grado di accettare sorgenti fino al FullHD 60p e di trasmetterlo sul display connesso in HDMI, mentre l’audio può essere riprodotto dall’altoparlante integrato del Mercury.

Una novità piuttosto rilevante è rappresentata dal nuovo DM XiO Director, una macchina in grado di centralizzare e virtualizzare la configurazione, controllo, switching e gestione di grandi reti popolate di DM NVX.

La serie DigitalMedia DM NVX è una delle poche soluzioni sul mercato ad offrire un sistema di encoding-decoding 4K 60Hz 4:4:4 con HDR attraverso una connettività Ethernet a un solo Gb. Tutte queste caratteristiche rappresentano l’unicità nel panorama di mercato attuale di questa soluzione che è in grado di restituire la massima qualità, scalabilità, controllo via web, trasporto USB 2.0, DSP integrato e sicurezza in un’unica soluzione in grado di fungere sia da encoder che da decoder a latenza zero.

Un altro elemento di unicità della soluzione DM NVX è data infatti dalla pressoché assenza di latenza tipici dei sistemi di codifica/decodifica e scaling sequenziali. DM NVX invece codifica, decodifica e fa lo scaling simultaneamente riducendo tecnicamente a zero la latenza di trasporto.

Tornando al DM XiO, il sistema è in grado di emulare virtualmente le funzionalità di una matrice-switcher DigitalMedia, gestire e distribuire segnali 4K60Hz. La serie DM XiO si compone di tre modelli dotati di 80, 160 o illimitati endpoint. Il controllo può avvenire attraverso interfaccia web per gestire la configurazione, il routing, tool di diagnostica, ricerca di domini (raggruppamenti logici), endpoint, ingressi o uscite o per avere un’overview generale dell’intero sistema.

Novità anche in casa DigitalMedia con i nuovi sistemi di presentazione DMPS3-4K-350-C e DMPS3-4K-250-C (serie 3) che consentano di creare contesti di presentazione da laptop, smartphone o tablet attraverso la rete WiFi. I due modelli combinano la tecnologia DigitalMedia in un sistema di controllo via IP, uno switcher 4K60, mixer audio integrato e microfonico da 6 canali, DSP audio, routing audio compatibile con il surround e un amplificatore integrato da 25W per canale a 8 Ohm (o 50W a 70 or 100 Volt) il tutto a zero latenza.

Info: Crestron

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI!

You have Successfully Subscribed!

Vai alla barra degli strumenti