L’evento Nike al Tate Modern Art Gallery di Londra assieme ai colossi Panasonic e Christie

In questo interessante case study vediamo due giganti del mondo della videoproiezione, Panasonic e Christie, lavorare insieme per l’evento londinese della Nike al Tate Modern Art Gallery. Il padiglione del Tate Modern Art Gallery di Londra è talmente grande che Usain Bolt ci impiegheregge 14.35 secondi per attraversarlo – e 1.200 bus londinesi per riempirlo. Anche per questo è stato il fulcro dell’evento unico della Nike, che ha coinvolto dei corridori sportivi professionisti, che per l’occasione sono scesi in strada per correre tra le attrazioni della capitale.

Siccome la “London’s Fastest Night” richiedeva una proiezione con luce diurna a 360°, si è trattata di una prova anche tecnologica. Soltanto la migliore delle proiezioni ad alta luminosità e bassa potenza poteva riempire quello spazio e fare quello che QED Productions, Limelight Sports e l’agenzia creativa Rosie Lee avevano bisogno di fare.

Per coprire l’intera sezione est, e per renderla visibile durante il giorno e la sera, QED ha scelto di usare 22 proiettori da 30.000 lumen, per un totale di 660.000 lumen di illuminazione. Quattordici proiettori laser RZ31K di Panasonic sono stati utilizzati per coprire le pareti laterali con 8 boxer Christie 4K/30 che coprivano l’East Wall e il Bridge. L’accesso alla sede era possibile solo dopo le 22.00 di sera, una volta che il Tatr è stato chiuso al pubblico, e l’intero sistema (alimentazione, rigging, controllo, distribuzione della fibra, installazione del proiettore e line-up) doveva essere completamente installato prima dell’arrivo del sole, alle 05:00, quindi è stata una gara contro il tempo.

Il direttore di QED, Paul Wigfield, ha affermato: “La videoproiezione con luce diurna in questo così poco tempo non sarebbe stato possibile senza i più recenti proiettori a 30.000 lumen a bassa potenza, un vero primato tecnico: un anno fa avremmo avuto bisogno di raddoppiare il numero di proiettori per ottenere lo stesso risultato”.

Watchout V6 è stato scelto come piattaforma di riproduzione, in esecuzione sui server 4K Infinity di QED: 18 x uscite HD e 4 x 4K, con dimensioni dei pixel uniformemente bilanciate su superfici di diverse dimensioni, creando una tela di proiezione a 360°. La classifica live della gara e i feed dei risultati di HS Sports sono stati inseriti nel sistema Watchout a risoluzione 4K tramite 4 ingressi HDSDI sulle schede di acquisizione Vision SC-SD14 e miscelati con i contenuti creati da Rosie Lee.

In conclusione dell’evento più veloce, sia in termini di durata che di montaggio e preparazione, l’intera struttura doveva essere smontata e caricata prima che la Tate riaprisse le sue porte al pubblico lunedì mattina, quindi l’unica cosa rimasta da fare dopo era andare a dormire.

Info: PanasonicChristie

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI!

You have Successfully Subscribed!

Vai alla barra degli strumenti