Le tecnologie per il Live ed eventi @ISE2018

Quest’anno ISE ha espresso più che mai un concetto di integrazione tra i mercati dell’installazione e dell’entertainment proponendo soluzioni nuove che consentono lo scambio di know-how tra realtà differenti e registrando una ampia presenza di aziende del settore entertainment che esponevano per la prima volta ad Amsterdam. In questo articolo passeremo in rassegna le novità che ci sembrano più degne di nota mentre vi rimandiamo ai rispettivi articoli, delle aziende citate in questo redazionale, di cui troverete i link al fondo di questo articolo.

Video

Significativa la prima edizione del World Master of Projection Mapping, una joint venture tra ISE, Amsterdam Light Festival e RAI Amsterdam insieme ai partner Panasonic, disguise, Lightware, Alcons Audio, BeamSystems e Artifex, che ha riscosso un enorme successo, affiancando la parte espositiva con l’esibizione di cinque partecipanti che durante la settimana hanno esposto le proprie opere in alcuni punti caratteristici della città. I vincitori della prima edizione sono Florian e Michael Quistrebert con Stripes 5.

Particolare, come ripetuto più volte negli articoli pre-evento e nelle live news, l’attenzione di molti colossi del video come ad esempio Epson, Panasonic, NEC, Canon e Digital Projection verso il mercato del rental, con prodotti potenti in termini di luminosità e con una maggiore attenzione a peso, dimensioni e facilità di trasporto, dotati di tecnologie Laser con risoluzioni 4K e ideali per proiettare su grandi superfici all’interno di eventi live, festival, auditorium e altro ancora.

Epson ha infatti introdotto due nuovi proiettori da 20.000 e 12.000 lumen con risoluzione WUXGA e 4K e l’innovativo LightScene EV-100, un videoproiettore Laser WXGA da 2.000 lumen per l’illuminazione d’accento che esprime il concetto di integrazione tra signage e illuminazione.

Panasonic ha invece messo in scena un sistema di integrazione in ambito entertainment tra i propri proiettori, il sistema di tracking BlackTrax e il media server d3. La divisione Pro Camera di Panasonic ha invece portato in fiera le prestigiosa gamme di videocamere VariCam e PTZ, switchers, sistemi di streaming e sistemi motorizzati di brandeggio e movimento camere, soluzioni che rappresentano un importante complemento, insieme ai proiettori, alle tecnologie che stanno facendo evolvere e che stanno rendendo più “integrato” il mondo della gestione tecnica degli eventi e dei live.

Il proiettore di NEC di cui vorremmo dedicare maggiore attenzione è il PH3501QL, un 3 chip DLP 4k ammiraglia tra i proiettori per grandi installazioni ed eventi, da 40.000lm pesati al centro frutto della tecnologia laser RBdi derivazione dalla serie Cinema di NEC ma pensato e progettato specificatamente per venue e location di grandi dimensioni o per gli stack multiproiezione e video mapping di grandi dimensioni tipici del rental.

E ancora Canon con la serie XEED, una nuova linea di proiettori ad ottica intercambiabile e risoluzione WUXGA, compatti, estremamente luminosi e dotati della tecnologia LCOS che di fatto consente un’ampia superficie trasmissiva, riducendo notevolmente lo spazio tra i pixel.

Digital Projection a ISE invece ha presentato probabilmente uno dei prodotti che ha fatto più parlare, sia per gli scettici che per gli entusiasti, con il primo proiettore 8K sul mercato.

Non di minore importanza sono i supporti per la videoproiezione nel mondo rental, complementari alla sicurezza delle macchine e del pubblico ma anche per la precisione di puntamento soprattutto per installazioni in stacking e edgeblending. Euromet a ISE 2018 ha portato tutta la sua eccellenza tutta italiana, con supporti per display, LEDwall e, appunto, proiettori dalla precisione micrometrica, solidità assoluta e cura della componente estetica.

LEDWall

Sempre in ambito video, per quanto riguarda il mercato del LEDWall, presente ad ISE con oltre 200 aziende, abbiamo notato una particolare attenzione verso la praticità di utilizzo, la semplicità di trasporto e la velocità di setup, parametri fondamentali nel settore Entertainment.

NEC, con l’acquisizione strategica del brand Squadrat (S[quadrat]) marchio i cui pannelli Direct View LED sono stati completamente assorbiti nel grande catalogo NEC, entra con forza nel mercato dei LEDwall di alto livello. Tra i nuovi prodotti LED provenienti da questo brand acquisito, segnaliamo ad esempio LiFT L012Si, un pannello indoor con pixel pitch da 1,5mm, 384x217px per modulo, 800cd/mq di luminosità e una durata di 80.000 ore, e il LiFT L028Se, ma anche le serie TiLE e LED sia per indoor che outdoor.

Alcuni esempi arrivano da YesTech con sistemi di intervento sulle componenti interne direttamente dalla superficie frontale e da Dicolor con i moduli M-Pro dotati di un particolare sistema di aggancio che consente ad una sola persona di installare i moduli con maggiore precisione e in modo rapido.

Absen a ISE ha esposto le sue nuove tecnologie ‘NXT GEN‘, che includono la nuova linea di display LED per il rental Cobalt, la serie di display Altair per il rental touring e Cassette

Lighthouse Technologies è un leader globale nella tecnologia video LED per applicazioni indoor e outdoor, distribuito in Italia da AVStore. Ha debuttato ad ISE 2018 con la serie Quantum Fine Pitch q1.5 e Dynamic A2.5 LED di Lighthouse. Il q1.5 è uno schermo LED ad altissima risoluzione che offre ottimi rapporti di contrasto e la tecnologia Lighthouse’s Peak Luminance Enhancement, l’ultima novità nello sviluppo HDR.

Audio Pro

Per quanto riguarda l’Audio Pro, abbiamo visto la presenza di molte aziende che non si sono fatte scrupolo nel mettere in mostra e promuovere sistemi che solitamente siamo abituati a vedere in eventi dal vivo e grossi concerti.

Meyer Sound ha presentato l’intera famiglia LEO, compreso il sistema compatto LINA che fa un po’ da anello di congiunzione tra l’installazione e l’evento grazie alle sue dimensioni ridotte e alle caratteristiche sonore ereditate dai fratelli maggiori. Altro esempio arriva dall’azienda inglese EM Acoustics che ha scelto ISE per introdurre sul mercato il sistema Line Array HALO Arena, frutto di uno sviluppo durato cinque anni con il chiaro obiettivo di realizzare un P.A. per ampi spazi e ideale in ambiente touring.

Come abbiamo notato durante il NAMM, anche ad ISE molte realtà hanno confermato una tendenza verso l’audio portatile. Axiom ha lanciato ad Amsterdam il sistema a colonna AX6C, composto da 6 trasduttori da 3,5″ per una potenza sonora continua pari a 180W e dotato di una particolare guida d’onda, ideata per ottenere una dispersione orizzontale ampia, mantenendo un design moderno ed elegante, parametro fondamentale per l’accesso al mercato dell’installazione. Altra novità è il nuovo S1 Pro di Bose, uno speaker portatile compatto e leggero ideato per musicisti, DJ e installazioni ed utilizzabile anche come monitor o amplificatore. Lo speaker risulta semplice da trasportare e da maneggiare ed è alimentato a batteria, è dotato di tecnologia Bluetooth ed ha al suo interno un mixer completo a 3 canali.

Anche Yamaha ha scelto Amsterdam per introdurre sul mercato europeo un prodotto tipicamente dedicato all’entertainment, ma ideale per grandi sale conferenze, auditorium, sale polivalenti e applicazioni in ambito navale. Si tratta della nuova superficie di controllo CSD-R7, dotato di DSP engine interno che di fatto ne aumenta la flessibilità e la portabilità, mantenendo un’alta operabilità.

Show Lighting

ISE ha rappresentato anche un primo approccio da parte di molte aziende specializzate nello Show Lighting verso questa manifestazione. Erano infatti presenti per la prima volta aziende come Claypaky, DTS, Elation, GLP, Robe e tante altre che hanno introdotto sia le proprie soluzioni in ambito architetturale, sia teste mobili ed effetti vari tipici dello spettacolo. Particolare la presenza di alcune fixture frutto del know-how degli eventi live applicati alle installazioni, come per Claypaky che ha esposto alcuni prodotti ADB come il mini profile con sorgente LED LEXPERT EMPHASY, GLP con la fixture compatta e leggera Impression FR1dotata di sorgente LED RGBW da 60W e zoom con escursione 3.5° – 35°, o ancora Adam Hall con il wash IP65 ZENIT W600 dotato di diffusori supplementari e la fixture compatta ZENIT B60 B dotato di batteria e ancora DTS che ha sapientemente trasformato alcuni prodotti nati per gli show live in prodotti ad incasso per l’installazione indoor e non solo.

Altre aziende come Robe ed Elation hanno esposto soluzioni dedicate ad entrambi i mercati, ma hanno focalizzato l’attenzione sui prodotti dedicati all’entertainment, come il nuovo Robe MegaPointe, dotato di sorgente ad arco corto da 470W o La testa mobile Elation Smarty Hybrid, una fixture ibrida spot, beam e wash dotata del nuovo sistema proprietario di miscelazione CMY e che ha fatto il suo debutto proprio a ISE.

In conclusione possiamo affermare con assoluta certezza che ISE è riuscita quest’anno ad ampliare ulteriormente il concetto di sistema integrato affacciandosi verso altri mercati. Concetto che non va preso come una sorta di “invasione” e imposizione a danno di altri appuntamenti fieristici internazionali, ma che al contrario può essere tradotto in una esigenza di favorire il networking tra mercati e gli scambi di know-how tra aziende e tra professionisti per dare vita a nuove soluzioni originali e funzionali.

Articoli Live citati nell’articolo:

Walter Lutzu
IntegrationMag team

© 2001 – 2017 NRG30 srl. All rights reserved

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI!

You have Successfully Subscribed!

Vai alla barra degli strumenti