Al Salone del Mobile di Milano 2017, torna Euroluce

Torna dal 4 al 9 aprile la fiera milanese per eccellenza, quest’anno alla sua 56a edizione, che raggruppa sotto al nome del Salone del Mobile.Milano 5 manifestazioni: il Salone Internazionale del Mobile, il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, Euroluce, Workplace 3.0 e il SaloneSatellite.

Euroluce è diventato il nuovo punto di riferimento dell’illuminazione d’ambiente a livello mondiale. Con oltre 39.000 metri quadrati di spazio espositivo suddivisi in 4 padiglioni (9-11 e 13-15) e i suoi 454 espositori tra i migliori del settore, di cui la metà estera, si conferma la fiera internazionale di riferimento del mondo della luce. Quest’anno innovazione tecnologica e approccio architetturale e di progetto saranno gli indiscussi protagonisti.

Courtesy Salone del Mobile.Milano

L’ampia offerta produttiva, unica per varietà e completezza, spazia dalle novità relative agli apparecchi per l’illuminazione d’ambiente alle innovazioni in fatto di sistemi di illuminazione, sorgenti luminose e software per le tecnologie della luce, all’uso di nuovi e originali materiali ecosostenibili. Illuminazione classica, decorativa e design-oriented per l’interior e l’outdoor ma anche per i settori contract e workplace e prodotti sviluppati per il settore illuminotecnica rendono Euroluce la più stimolante piattaforma internazionale per il mercato dell’illuminazione e, in questo senso, un imperdibile appuntamento per gli operatori del mercato.

Euroluce si è sempre dimostrata una piazza particolarmente adatta per favorire lo sviluppo di relazioni di business a livello internazionale per tutte le aziende espositrici, ma è anche anche incubatore di tendenze e ispirazioni. In questa edizione vedremo come il lighting design contemporaneo e del futuro punta sempre più a creare progetti d’illuminazione atti a migliorare il benessere e la qualità della vita e delle attività svolte in ogni tipologia di spazio.

Sfida del settore e tema chiave sarà, infatti, la ricerca di un equilibrio armonico tra i due valori del prodotto luminoso: da un lato, la valenza della funzionalità – intesa come capacità di rispondere in modo efficiente alle necessità di illuminazione – dall’altro, quella dell’emozionalità – intesa come percezione fisica ed emotiva dello spazio illuminato.

Questo equilibrio è il fine ultimo delle nuove tecnologie LED e OLED e dei sistemi intelligenti di illuminazione di ultima generazione in mostra. Le prime puntano a creare la simbiosi perfetta tra luce e spazio costruito, dando origine a quella che viene definita luce architetturale interessata cioè a come colore, intensità e diffusione influiscano sul benessere e sull’efficienza delle persone.

I secondi invece permettono di connettere la luce a sistemi domotici e di automazione per renderla responsive e capace di adattarsi ai nostri stati d’animo e alle differenti circostanze, creando l’atmosfera a noi più congeniale e assicurando una sinergia perfetta tra efficienza energetica, comfort e sicurezza. La luce diventa dunque un linguaggio e il corpo illuminante è un oggetto “parlante” che instaura un dialogo emozionale con gli ambienti circostanti per generare differenti livelli di comfort.

Euroluce 2017 evidenzierà come l’utilizzo di queste tecnologie dia anche nuovo impulso alla progettazione dell’oggetto lampada, che si arricchisce di nuove forme e significati. La possibilità, ad esempio, di pensare all’illuminazione in modalità wireless permette di creare sorgenti luminose trasportabili, sia all’interno sia all’esterno degli spazi abitativi, supportando la tendenza alla progressiva ibridazione degli ambienti domestici i cui confini sfumano sempre più gli uni negli altri.

Su questa scorta, le aziende del settore lighting e le aziende d’arredo, presenti ad Euroluce, che hanno deciso di ampliare il proprio portfolio con la proposta di soluzioni luminose, hanno fatto proprio il principio della personalizzazione che orienta sempre più tutte le scelte di consumo degli individui anche nell’ambito dell’abitare. Oggi, sempre più, corpi illuminanti e sistemi di illuminazione diventano strumenti privilegiati che permettono di interpretare e “riflettere” il proprio mood all’interno degli spazi domestici.

Euroluce 2017 confermerà l’uomo al centro del progetto d’illuminazione. La luce diventa strumento dotato di “coscienza”, compagna di vita che si comporta in modo diverso in base al nostro umore, ai nostri bisogni, alle condizioni climatiche.

Crediti fotografici: Andrea Mariani, Alessandro Russotti, Diego Ravier, Luciano Pasclai, Saverio Lombardi Vallauri.

Info: Salone del Mobile.Milano

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI!

You have Successfully Subscribed!

Vai alla barra degli strumenti