Israeli Public Broadcasting Corporation, 20 studi per la nuova emittente collegati con Dante

La Israeli Public Broadcasting Corporation (IPBC) ha iniziato le trasmissioni il 15 maggio 2017, sostituendo la precedente Israeli Broadcast Authority (IBA), la storica emittente televisiva e radiofonica di stato che ha interrotto le trasmissioni all’inizio del mese.

La creazione della nuova rete, pubblicamente nota come KAN, ha ispirato un nuovo design tecnico per il flusso di lavoro e l’infrastruttura che è stato completato nei mesi successivi.

Una strategia di progettazione chiave della società israeliana di integrazione dei sistemi Broadcast Design LTD era quella di stabilire una dorsale IT per tutti i sistemi tecnici e le operazioni con una rete Dante che supporta tutto il trasporto audio multicanale a bassa latenza per TV e radio. Oltre a semplificare la gestione e il routing dei segnali, migliorando la qualità audio e rafforzando la ridondanza, Dante ha ridotto significativamente i costi di manodopera e attrezzature.

“Con oltre 20 studi da realizzare, abbiamo immediatamente risparmiato circa $ 15.000 per i nostri clienti utilizzando una Dante Virtual Soundcard per l’impianto di distribuzione audio basato su PC rispetto a una soluzione hardware dedicata”, ha affermato Micha Blum, proprietaria e presidente di Broadcast Design. “Abbiamo quindi risparmiato circa $ 15.000 utilizzando uno switch gestito immediatamente ed eliminando tutti i cablaggi e le connessioni fornite con l’integrazione di un sistema legacy. Con Dante colleghi il cavo di rete e il gioco è fatto, quindi ci vollero giorni invece che settimane. Inoltre, il ritorno sull’investimento è immediato quando IPBC sceglie di aggiungere nuovi canali audio alla rete in futuro. Dante ti offre la scalabilità e la flessibilità necessarie per far crescere l’hardware tradizionale. “

Il progetto utilizza più di 200 Dante Virtual Soundcard, installate su svariate workstation PC . Le Dante Virtual Soundcard operano in collaborazione con 32 server IT disponibili per supportare il sistema di automazione Audisi-One della rete. Inoltre, i moduli Dante sono stati aggiunti alla console DHD audio 52 / RX e ai 52 / XC2 Core associati per l’elaborazione del segnale digitale. Poiché l’audio DHD dispone di moduli Audinate dedicati, gli operatori hanno la flessibilità di inviare l’audio da Dante Virtual Soundcard in tutto l’edificio in pochi secondi, nonché direttamente alla console di trasmissione da qualsiasi PC sulla rete. Gli operatori usano anche la rete Dante per inviare l’audio agli encoder live streaming.

I 20 studi supportano tre canali TV over-the-air dal suo sistema di automazione (oltre a feed via cavo / satellite separati), otto stazioni FM e sette feed radio internet puri e ed è in programma un ampliamento fino a 40 studi.

Ogni studio ha il proprio processore di segnale digitale 52 / XC2 Core DHD abilitato Dante e switch localizzato sulla rete Dante, che consente un modo molto efficiente di condividere il contenuto e allo stesso tempo di rafforzare la ridondanza della rete. Le soluzioni audio DHD ospitano anche la conversione da MADI a Dante negli studi TV.

“Tutti i PC dello studio si connettono allo switch core, ma possiamo scollegare e ricollegare qualsiasi studio per qualsiasi motivo”, ha affermato Blum.Avremmo potuto aggiungere un grande core audio DHD nel controllo master e indirizzare tutto su uno switch, ma abbiamo scelto per ogni studio di avere un modulo audio DHD dedicato abilitato Dante. Questo fornisce un ulteriore livello di ridondanza Audio-over-IP che solo Dante fornisce, poiché ogni studio può agire come un’architettura indipendente.”

Gli studi TV aggiungono gli ibridi telefonici IP AVT MAGIC THIPPro abilitati Dante. Ogni unità supporta 16 ibridi con un’uscita ibrida per supportare interfono, IFB, segnalatori sul campo e chiamanti dal vivo tramite le hotline registrate. Blum aggiunge che la soluzione AVT abilitata Dante ha aggiunto significativi risparmi sui costi del progetto.

“Le tre unità AVT forniscono collettivamente 48 ibridi, e in una soluzione tradizionale la quantità di spazio e cablaggio necessari per ospitare e supportare tali unità sarebbe stata molto significativa“, ha precisato Micha Blum.

“Questa è una delle più grandi installazioni Dante per le trasmissioni TV e Radio nel mondo da quello che ho capito”, ha concluso Blum. “La portata di questo sistema è enorme, e l’elevata capacità e flessibilità che offre per scalare i nuovi canali audio è infinita, limitata solo dal numero di studi che possiamo costruire all’interno della struttura.”

Info: Audinate

Vai alla barra degli strumenti