Crestron, lo stato dell’arte nelle Unified Communication, distribuzione 4K ai massimi livelli e domotica integrata con Amazon Alexa

Allo stand di Crestron all’ISE 2017 abbiamo avuto modo di fare una lunga e articolata visita per conoscere nel dettaglio le più recenti soluzioni che l’azienda ha presentato quest’anno. In questa occasione abbiamo avuto la possibilità di intervistare Emiliano Faccioli, Regional Sales Manager per Crestron Italia, il quale ci parla della soluzione di comunicazione unificata Mercury e del sistema di trasporto DigitalMedia DM NVX. Toine Leerentveld, Technology Manager di Crestron, invece ci ha dedicato una demo completa ed esaustiva della nuova integrazione tra il sistema Amazon Alexa e Crestron.

Guardate le interviste a Emiliano Faccioli e a Toine Leerentveld nel video qui sotto, mentre potrete approfondire ulteriormente i dettagli delle soluzioni presentate nella parte restante dell’articolo.

Il nuovo sistema di Unified Communication & Collaboration Crestron Mercury è un sistema di comunicazione VoIP estremamente avanzato, compatibile con i principali sistemi SIP ed offre una grande versatilità e funzionalità per il conferencing in un singolo device. L’unità si presenta come un device table-top (o desktop che dir si voglia) dal design raffinato e moderno, dotato di un touch screen a colori e ad alta definizione.

Il sistema è in grado di mettere in comunicazione persone, condividere contenuti, trasmettere e ricevere audio in Full-Duplex e video in alta definizione attraverso un hardware compatto ed estremamente affidabile che consente di evitare l’uso – e il rischio, qualche volta – di computer e dei comuni software di comunicazione. Mercury inoltre incorpora funzionalità di calendarizzazione e prenotazione sala e di una rubrica interna e gestita.

Mercury è collegabile ai device personali come smarphone e tablet via bluetooth. In alternativa è possibile collegarlo a computer via USB per utilizzare la versatilità e la qualità audio del Mercury nei sistemi di comunicazione software installati sul PC come Skype for Business, GotoMeeting, Slack o WebEx.

E’ inoltre possibile collegare un display all’uscita HDMI del Mercury per trasmettere e condividere presentazioni eseguite da un PC o anche attraverso il sistema integrato di connettività wireless AirMedia per collegare notebook, smartphone o tablet attraverso il WiFi locale o via LAN. Mercury è anche in grado di accettare sorgenti fino al FullHD 60p e di trasmetterlo sul display connesso in HDMI, mentre l’audio può essere riprodotto dall’altoparlante integrato del Mercury.

La serie DigitalMedia DM NVX è una delle poche soluzioni sul mercato (se non l’unica, ma ci teniamo ad essere prudenti) ad offrire un sistema di encoding-decoding 4K 60Hz 4:4:4 con HDR attraverso una connettività Ethernet a un solo Gb. Tutte queste caratteristiche rappresentano l’unicità nel panorama di mercato attuale di questa soluzione che è in grado di restituire la massima qualità, scalabilità, controllo via web, trasporto USB 2.0, DSP integrato e sicurezza in un’unica soluzione in grado di fungere sia da encoder che da decoder a latenza zero.

Un altro elemento di unicità della soluzione DM NVX è data infatti dalla pressoché assenza di latenza tipici dei sistemi di codifica/decodifica e scaling sequenziali. DM NVX invece codifica, decodifica e fa lo scaling simultaneamente riducendo tecnicamente a zero la latenza di trasporto.

Anche la scalabilità è un elemento vincente di questo sistema e consente di costruire scenari di distribuzione che vanno dal punto-punto a centinaia di endpoint distribuiti e gestiti via software.

La serie si compone dei modelli DM-NVX-351, encoder e decoder, e dalle card di codifica/decodifica DM-NVX-350C e DM-NVX-351C. Queste card possono essere montate a rack attraverso lo chassis DMF-CI-8 in grado di ospitare ed alimentare fino a 8 schede DM NVX.

Toine Leerentveld, infine, ci ha presentato l’integrazione nativa con Amazon Alexa che permette di avere un controllo vocale per gli automatismi in ambito residenziale. Un’interessante proposta da parte di Crestron, leader nel settore dei controlli integrati e da Amazon, leader del commercio online, con una particolare attenzione al lifestyle. Un’idea sicuramente innovativa che integra i comandi vocali di Alexa, l’assistente vocale per il device multimediale Echo di casa Amazon, insieme ai sistemi Crestron, da provare e da proporre per installazioni residenziali ad altissimo contenuto e valore tecnologico.

L’integrazione Alexa-Crestron ci permette di controllare il sistema di illuminazione luci, tende, multimedia e molti altri elementi tecnologici degli ambienti residenziali e di rendere più facili, con un solo comando vocale, le azioni che portano al massimo livello di comfort un’installazione domotica.

L’interfacciamento tra Alexa e i sistemi Crestron avviene per mezzo di moduli software che dialogano con le API Smart Home Skill e l’SDK Alexa Skills Kit e si basano sull’uso dei processori Crestron Serie 3 e Pyng.

Info: Crestron

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI!

You have Successfully Subscribed!

Vai alla barra degli strumenti