Gli ambienti smart e sicuri secondo BTicino, casa, hospitality e medicale

Quest’anno, a Smart Building Expo 2017, BTicino invece di portare semplicemente le novità, ha deciso si ricreare direttamente una casa connessa: il miglior modo per vedere prodotti, funzionalità e soluzioni direttamente nel suo contesto applicativo.

Il sistema principale e al centro di questo ecosistema tecnologico per la casa era MyHome Up, la soluzione domotica per qualsiasi abitazione in grado di offrire e gestire il confort, sicurezza, risparmio energetico, multimedialità e controllo.

Un sistema personalizzabile e flessibile comandato da semplici pulsanti a muro, piuttosto che App o schermi touch. Sono molteplici i moduli che lo compongono: Luci, Automazoni, Antifurto, Termoregolazione, Controllo carichi e consumi, Audio multiroom, Videocitofono e TVCC, Controllo Locale e Remoto e Scenari. Quest’ultimo modulo è sicuramente il più intrigante per gli abitanti della casa: permette di combinare tutte le funzionalità domotiche presenti in casa per creare scenari in piena autonomia, assecondando i propri gusti ed abitudini. Si possono gestire anche scenari su condizioni, al verificarsi di determinati eventi, oppure scenari pianificati o ancora geolocalizzati (tramite smartphone).

Il software ha un’interfaccia user friendly, molto intuitiva e semplice da usare grazie alla divisione per aree. Ogni stanza, ogni area è caratterizzata da una specifica immagine ed etichetta (esempio la foto del divano con l’etichetta Salotto), a ciascuna sono collegati un numero di dispositivi controllabili unitamente o singolarmente.

La distribuzione del cablaggio può essere in topologia libera o a stella, in relazione alle necessità installative, funzionali e strutturali dell’ambiente. L’impianto è in grado di gestire fino a 175 carichi (lampade, tapparelle, prese comandate ecc.) con funzioni di comando ON/OFF e dimmerizzato, comando SU/GIU’ delle tapparelle e posizione preferita, accensione automatica dei carichi in relazione alla presenza tramite sensori o chiusure contatto, 99 zone di termoregolazione, 128 zone di antifurto filare o via radio (IP, GSM e PSTN) con integrazione della videosorveglianza IP, gestione di fino a 255 contabilizzatori consumi. Ma il sistema, dal punto di vista tecnico, non si riduce alla gestione domotica “tradizionale” ma si estende alla dimensione di gestione multimediale e dell’impianto audio domestico ad esempio (ma non esclusivamente) per mezzo degli impianti audio NuVo presenti nella ricostruzione domestica installata in fiera

Due immancabili anche nello stand erano il videocitofono connesso Classe 300X e il termostato Smarther. Il videocitofono Classe 300X sfrutta la connettività Wi-Fi integrata per interfacciarsi con l’App dedicata per la comunicazione tra smartphone e videocitofono, è dotato di Touch Screen da 7”, e opera in tecnologia 2 fili standard. Smarther, grazie alla connettività Wi-Fi integrata e l’App Thermostat, è un termostato che può gestire dentro e fuori casa il controllo della temperatura, riscaldamento e raffrescamento, attraverso programmi personalizzati.

Molto interessanti le ambientazioni non residenziali rappresentate allo stand, sulle quali non possiamo qui dilungarci, che contemplavano le soluzioni per hospitality e il medicale.

Infine, l’ultima novità in casa BTicino è il salvavita connesso con il quale chiudiamo il cerchio di questa ampia gamma di soluzioni domotiche, IoT e di gestione integrata degli ambienti che l’azienda offre. SALVAVITA CONNESSO è infatti un sistema di sicurezza che si accoppia all’interruttore differenziale e che, grazie alla connettività Wi-Fi integrata e alla sua app BTicino POWER ON, consente di gestire da remoto l’impianto elettrico in contesti residenziali.

Info: BTicino

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI!

You have Successfully Subscribed!

Vai alla barra degli strumenti