Exhibo annuncia i nuovi mixer Allen&Heath della serie GR dedicati all’installazione

Exhibo ha annunciato i nuovi mixer Allen&Heath della serie GR dedicati all’installazione. I mixer a rack rappresentano uno dei luoghi più comuni nell’installazione audio e abbiamo visto troppo spesso quanto la componente audio e soprattutto i mixer e sommatori per l’installazione siano dati un po’ per scontati, in termini di qualità, connettività e affidabilità. Al contrario i mixer della serie GR del celeberrimo marchio inglese sono un riferimento nel mercato per questo tipo di applicazioni ma soprattutto per le caratteristiche d’alto livello cui abbiamo accennato combinate con un rapporto qualità prezzo che li rendono un must per qualsiasi tipo e dimensione d’installazione. D’altra parte anche l’esperienza, il supporto commerciale e tecnico di Exhibo sono una garanzia per l’installatore così come per l’utente finale.

I mixer della serie GR utilizzano standard RJ45 Cat5 per installazioni in cui sia richiesto il controllo remoto via LAN. “Zone remote” permette il controllo remoto dei livelli e della selezione della sorgente. Inoltre è possibile collegare in remoto i mixer GR sia con controller di terze parti sia con i controller da incasso PL-12 di Allen&Heath oppure con il controller infrarossi PL-5, in abbinamento con il PL-12, che consente l’impostazione della priorità del microfono di paging, i mute, priorità d’allarma, eccetera.

Redazione IntegrationMag

advert - brenell mini 8 - studio sound - december 1977

Il Mini 8, registratore 8 piste su nastro da 1″

Allen & Heath è stato sinonimo sempre ed esclusivamente di mixer di qualità, ad iniziare dai primi prodotti degli anni ’70 di questa azienda che furono usati da Pink Floyd ed altri gruppi inglesi di quella levatura, portando di conseguenza il marchio ad una diffusione ed apprezzamento mondiale. In realtà alla fine degli anni ’70 la A&H aveva in catalogo anche il Mini 8, un registratore 8 piste su nastro da 1″, derivato dall’acquisizione della britannica Brenell, che era negli studi personali di musicisti del calibro di Phil Collins, Tony Banks e Mike Rutherford, e con il quale furono registrate le basi di brani di successo quali “Face Value”, “Hello I Must Be Going”, “The Fugitive”, “1984” e “Invisible Men”, che si è evoluto nei mixer della serie ICE, con porte USB/FireWire.

Il resto del vasto catalogo attuale è formato da mixer analogici e digitali destinati al mercato dei concerti e della registrazione, gli apprezzati mixer xone per djing e le serie IDR e GR dedicate all’installazione. Proprio quest’ultima serie, grazie all’intuitività e semplicità d’uso dei controlli analogici, è apprezzata per diffondere musica di sottofondo rispondendo alle esigenze di locali che hanno da due a quattro ambienti da sonorizzare in modo differente. La serigrafia essenziale e la presenza di manopole che garantiscono un’ottima presa anche al volo ne rendono possibile l’utilizzo anche da parte dell’operatore meno esperto ed occasionale.

Il compatto GR3 può essere montato a rack o su mobile ed ha 2 ingressi microfonici (il primo anche con un comodo connettore XLR) mono e due ingressi linea stereo con controlli per i livelli sul pannello anteriore, insieme ai controlli generali delle due zone di uscita. Il pannello posteriore vede la presenza dei connettori di tipo Euroblock (o Phoenix che dir si voglia), con ingressi di linea stereo doppiati con pin-jack (o RCA), le regolazioni volutamente nascoste per gain e toni dei microfoni, le uscite per due zone mono o stereo ed il connettore per il telecomando PL14.

GR3-Front_Product_page GR3-Rear_Product_page

Nel GR4 aumentano gli ingressi con 4 microfonici (sempre con un comodo XLR anteriore) e quattro ingressi stereo mentre le uscite sono per ben 4 zone mono, o due stereo.
Il top della gamma è il modello GR2 che ha ben 6 ingressi microfonici e tre ingressi stereo con priorità sia per gli annunci che per la musica, 1 uscita zona stereo, 1 mono ed 1 uscita aux di controllo, oltre a VCA per il ducking, circuiti di priorità dell’emergenza e controllo a distanza tramite il PL12. Cosa importante, data la complessità di questo mixer: i controlli di volume sono sempre disponibili per interventi al volo mentre i controlli “critici” sono protetti da un pannellino di copertura che evita qualsiasi possibilità di intervento indesiderato o inesperto.

GR4-Front-Product_Page GR4-Rear-Product_Page

Il GR5 ha tutt’altra architettura perché i suoi connettori sono solo XLR e pin-jack, per due ingressi microfonici (con guadagno posteriore) e tre ingressi stereo linea, mentre le uscite sono 4 XLR bilanciati che possono essere raggruppate come due uscite stereo ed i cui volumi possono essere bloccati per evitare danni casuali. C’è una comoda matrice interna ed un circuito assistito da VCA oltre a circuiti di ducking e di mute. Infine questo modello può essere espanso con un ulteriore GR05 tramite connettore D-sub 25.

GR05_3Quarter_Main GR05_Back_Main

Anche per la diffusione di musica di sottofondo Allen & Heath propone la qualità che l’ha resa famosa in tutti i settori dell’audio, con un’immediatezza ed una semplicità di uso che rendono i suoi prodotti interessanti per uso in locali di tutte le dimensioni, anche con esigenze di diffusione diversificata fra le varie zone.

Info: Exhibo – Allen & Heath

Leggi altre notizie con:
Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

Rimani aggiornato con le ultime news su tecnologie e prodotti dedicati all'integrazione dei sistemi!

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI!

You have Successfully Subscribed!

Vai alla barra degli strumenti